Pizzarotti, il bilancio un anno dopo. "Molti punti del programma già messi in campo"

Il sindaco su Facebook un anno dopo l'elezione: "Chi dice non è cambiato nulla in realtà afferma indirettamente che i servizi, pur nelle difficoltà economiche del comune e generali, sono stati mantenuti"

Federico Pizzarotti ad un anno dalla sua elezione a sindaco traccia un breve bilancio dell'operato della sua Giunta. E lo fa tramite Facebook. Il primo cittadino compie una riflessione sulle tematiche care all'amministrazione a 5 Stelle, dalla partecipazione all'approvazione del bilancio, dal sociale all'edilizia scolastica. 

"Con che occhi guardiamo il mondo che ci circonda? -esordisce Federico Pizzarotti. Il concetto conduttore dei critici rispetto al nostro operato è sempre stato "Non avete fatto niente" o "Non è cambiato niente". Al di là delle opinioni politiche, spesso mi interrogo sul significato delle frasi. Nessuno aggiunge ai concetti "cosa doveva cambiare" o "cosa si sarebbero aspettati". Togliamo per un attimo il tema inceneritore, argomento su cui abbiamo detto e scritto molto e che è stato preso a simbolo di molte battaglie, rappresentando però solo una parte del nostro programma. E il resto? Chi dice non è cambiato nulla in realtà afferma indirettamente che i servizi, pur nelle difficoltà economiche del comune e generali, sono stati mantenuti. 

Avendo chiuso il bilancio a gennaio, moltissimi comuni faticano a chiuderlo a giugno e per chiuderlo saranno costretti ad alzare tasse o a vendere partecipazioni, abbiamo dimostrato capacità gestionale e lungimiranza economica. Inoltre adesso con alcuni avanzi di gestione o maggiori dividendi, stiamo agendo a supporto del settore sociale ed educativo. L'altro concetto è l'aspettativa. Cosa avrebbero voluto misurare? Altri ponti? Altre rotonde? Perché se guardiamo il nostro programma, mi sembra di trovare molti dei punti che abbiamo messo in campo. Trasparenza: pubblichiamo moltissimi atti in più rispetto al passato con possibilità di ricerca.

Pubblichiamo video, mandiamo in streaming i consigli e pubblichiamo i video integrali. Partecipazione: Siamo al secondo ciclo degli incontri di quartiere e stiamo progettando insieme ai cittadini il nuovo modello di decentramento del comune. Sociale: Stiamo ridisegnando insieme alle associazioni e a molti gruppi sul territorio, il concetto di comunità e di percorsi per uscire dalle difficoltà famigliari e sociali. Urbanistica: Abbiamo messo al primo posto scuole ed edifici pubblici. Stiamo appaltando la prima scuola con un impatto ambientale bassissimo. Progettando nuovi orti urbani. Cercando soluzioni per incentivare e semplificare le riqualificazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E potrei citare anche tutti gli altri settori. Questi non sono i passi di un percorso che durerà 5 anni, e non solo uno, e che dovrà tracciare anche una linea per il futuro? A volte penso che come la società tende a misurare il valore delle persone da quando guadagnano o a quanto spendono. Anche le amministrazioni vengano misurate sullo stesso piano di valori. Penso invece che dovremmo essere misurati dai valori che stiamo rappresentando, dai concetti che esprimiamo, e dalla spinta culturale che stiamo cercando di imprimere in un momento così difficile del nostro paese. Il problema è lo strumento di misurazione, la scala dei valori, i confronti a cui siamo stati abituati. Iniziamo a guardare il mondo con occhi diversi e potremo iniziare a scorgere il cambiamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento