Lubiana, il Polo Sanitario si farà. Alinovi: "Risparmieremo 700 mila euro"

L'estensione passerà da 23 mila metri quadrati a 10 mila con l'impostazione su due piani ma le polemiche non si arrestano. E la politica del consumo zero di suolo? Rossi: "E' necessario per il quartiere"

Tra due settimane i residenti del quartiere Lubiana conosceranno il progetto preliminare del Polo socio sanitario di via XXIV Maggio. E' stato annunciato ieri - nel corso dell'incontro tra i cittadini e la Giunta - dall'assessore all'Urbanistica, Michele Alinovi, che ha illustrato meglio il progetto al centro di molte polemiche per la scelta dei 5 Stelle di costruire una nuova struttura, nonostante una campagna elettorale all'insegna del "consumo zero del suolo".

Prima di tutto è stato specificato che si tratta di un Polo sanitario già previsto dall'ex amministrazione Vignali e che il commissario Ciclosi aveva accantonato la sua realizzazione perché non c'erano le risorse necessarie. Mentre, oggi, con una "pattuizione vincente c'è la possibilità di portare avanti il progetto e di far risparmiare al Comune circa 700 mila euro", spiega Alinovi. Come? Nel vecchio disegno era previsto che l'amministrazione, oltre all'acquisto del terreno, sostenesse una spesa di due milioni di euro, mentre l'Ausl avrebbe contribuito con un milione di euro, per un totale di investimenti pari a 3 milioni di euro. Con la rivisitazione del progetto, invece, l'Ausl metterà a disposizione 2 milioni e 600 mila euro - anche grazie ai finanziamenti di Regione e Provincia - mentre la spesa del Comune sarà pari a 1 milione e 300 mila euro. L'intervento, quindi, avrà un costo complessivo di 3 milioni 900 mila euro.

Inoltre l'iedificio non si svilupperà più su un solo livello ma sarà su due piani, comportando così un minor consumo del suolo; mentre l'intera area passerà da un'estensione su 23 mila metri quadri a una su 10 mila metri quadri. L'edificio avrà poi tutte le caratteristiche di una struttura contemporanea, antisismica e a risparmio energetico. In programma c'è anche la realizzazione di un parco della salute, un percorso di vita aperto anche al quartiere nell'area verde del Polo socio sanitario.

"Il progetto è necessario per il quartiere - ha commentato l'assessore al Welfare Laura Rossi - e non c'è nessuna struttura che può essere riqualificata per ospitare tutti questi servizi. Inoltre qui ci sarà anche il centro dialisi e il punto del 118". Infine questo, come spiega Alinovi, sarà il primo progetto che verrà valutato da una Commissione di qualità architettonica, dunque da professionisti e non da politici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento