Tra conchiglie e frutta secca. Fontevivo, sfida tra 25 presepi poveri

Chi si immaginava che un presepe potesse stare in una zucca? Che le zollette di zucchero diventassero i mattoni di una capanna/igloo al Polo Sud, tra ghiacci perenni e pinguini festanti?

Chi si immaginava che un presepe potesse stare in una zucca? Che le zollette di zucchero diventassero i mattoni di una capanna/igloo al Polo Sud, tra ghiacci perenni e pinguini festanti? Che una vecchia anfora potesse svelare un simile “tesoro”? O che una fila ordinata di pennarelli e matite colorate attendessero il loro turno per salutare l’arrivo di Gesù Bambino?

L’inventiva dei creatori di presepi poveri di Fontevivo per la nona edizione del Concorso si è scatenata. Tra i 25 esemplari in gara, sottoposti al giudizio di una giuria in questi giorni, c’è proprio di tutto: conchiglie, frutta secca, legno, cartone, rettangoli di stoffa, pizzi e merletti. E, ancora, zucchero e farina, biscotti e pasta secca, muschio, vetro e ceramica. Ognuno dei partecipanti, grandi o piccoli che fossero, ha creato e assemblato secondo la più viva fantasia. Unica regola: riciclare oggetti domestici e d’uso comune, quelli che normalmente si trovano in casa, per realizzare un’opera originale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La premiazione si svolgerà, come è tradizione, il giorno della Befana: lunedì 6 gennaio, infatti, alle ore 14.45 nel teatro Maria Luigia a Fontevivo lo spettacolo “Vassilissa e la Baba Jaga” divertirà grandi e piccoli in attesa del momento in cui quattro opere – tre realizzate da bambini e ragazzi e una da adulti – riceveranno l’attestato di merito e una Gift card di valore variabile per l’acquisto di libri.  Intanto, ancora per qualche giorno i presepi resteranno esposti dentro l’Abbazia cistercense di San Bernardo per essere ammirati e commentati. Una nuova iniziativa permetterà anche di esprimere la propria preferenza sulla pagina Facebook del Comune www.facebook.com/Comune.Fontevivo.Governance e confrontare, quindi, il proprio giudizio con quello espresso dalla giuria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento