menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Province, il consiglio provinciale di Piacenza dice no al referendum

Trespidi: "La rinuncia alla con ultazione popolare è la logica conseguenza della mancata conversione del Decreto legge che avrebbe significato accorpamento tra Parma e Piacenza"

Il consiglio provinciale di Piacenza ha detto no al referendum per il passaggio della provincia di Piacenza in Lombardia, inizialmente fissato dal consiglio dei ministri il 10 febbraio e che, quindi, non si terrà. Tutti favorevoli, maggioranza e opposizione, contraria solo la Lega Nord mentre l'ex-presidente provinciale Gianluigi Boiardi (Nuovo Ulivo) non ha partecipato al voto. "Ora ancora uniti fino alla fine del mandato" ha detto il presidente della Provincia, Massimo Trespidi (Pdl), spiegando che la rinuncia alla consultazione popolare è la logica conseguenza della mancata conversione del Decreto legge che avrebbe significato accorpamento tra Parma e Piacenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento