Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Rapine e furti, quattro colpi in un mese: arrestato il ladro dei supermercati

In due episodi ha minacciato le vittime con il volto travisato e armato di coltello

E' finito in manette Lahmar Zakaria, 35enne indagato per due rapine pluriaggravate a danno dei titolari di due esercizi pubblici del centro cittadino e per due furti con destrezza avvenuti all’interno di un supermercato. All'uomo, ricercato dalla Polizia, si contestano  quattro episodi delittuosi, realizzati nel giro di un mese: dal 29 ottobre al 28 novembre dello scorso anno.

Il primo episodio lo vede protagonista mentre deruba una cliente di un supermercato,  scippandole il portafogli custodito all’interno della borsa che aveva lasciato nel carrello. Il ladro, oltre ad appropriarsi del poco denaro contante, circa 20 euro, pochi minuti dopo il furto, con le carte di credito anche esse contenute nella borsa, ha effettuato dei prelievi per un ammontare di poco meno di 150 euro.

Qualche giorno dopo, nello stesso supermercato, il ladro affiancato da un complice non identificato, ha rubato uno smartphone del valore di circa 700 euro, sottraendolo dal box assistenza clienti dell’esercizio. Nel tardo pomeriggio del giorno successivo, invece, è stato messo a segno il primo episodio che ha segnato il cambio di passo di Magnar Zakaria, che evidentemente ha voluto alzare il tiro. Coperto da uno scaldacollo e armato di un coltello, ha avvinato il titolare di un salone di parrucchiere che aveva appena chiuso il suo esercizio e, dopo averlo minacciato ripetutamente con l’espressione “dammi tutti i soldi o ti ammazzo” ed altre simili intimazioni, si è fatto consegnare circa 1300 euro, il guadagno della giornata.

L’ultimo episodio che lo ha visto protagonista si è consumato il 28 novembre, questa volta ai danni del titolare di una tabaccheria. Si è presentato nel locale poco prima dell’orario di chiusura, sempre nascosto dietro a uno scaldacollo il quale. "Questa è una rapina", ha esclamato, estraendo un grosso coltello d che aveva nascosto all’interno del giubbotto. Ha intimidito così la vittima e l'ha costretta a consegnargli oltre 2000 euro presenti nel registratore di cassa.

La Squadra Mobile di Parma ed i militari del NORM, immediatamente hanno avviato le prime attività di indagine volte all’identificazione dei responsabili. Lahmar Zakaria era già noto alle forze di polizia per precedenti: si era macchiato di rapina e reati in materia di sostanze stupefacenti. Grazie alle registrazioni dei sistemi di video sorveglianza degli esercizi commerciali colpiti e di altre telecamere presenti nei pressi degli stessi, e alle dichiarazioni raccolte dalle vittime e dai testimoni presenti ai fatti, Zakaria è stato individuato come responsabile di tutti e quattro gli episodi. Il  Sostituto Procuratore, la dr.ssa Emanuela Podda, ha rilevato la sussistenza di un grave e concreto pericolo di reiterazione, ha chiesto e ottenuto l’applicazione della misura cautelare in carcere eseguita nella mattinata di ieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine e furti, quattro colpi in un mese: arrestato il ladro dei supermercati

ParmaToday è in caricamento