menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi retata della polizia contro gli irregolari: 8 espulsioni in una settimana

Dal 1° al 17 settembre sono state messe in atto 17 espulsioni: ieri sera blitz con 30 poliziotti tra viale dei Mille, viale Vittoria e la Pilotta

Continuano i controlli dei poliziotti della Questura di Parma per identificare gli immigrati irregolari pericolosi presenti in città. A partire dal 1° settembre i blitz e le retate si sono intensificate: la polizia di Stato, grazie alla collaborazione tra i vari uffici, in primis l'ufficio Immigrazione, ha lavorato per procedere all'identificazione e all'espulsione delle persone senza permesso di soggiorno, presenti sul nostro territorio. Dal 1° al 17 settembre sono state messe in atto 17 espulsioni: 7 persone sono finite nei Cpr, 5 hanno avuto l'ordine di espulsione da parte del Questore, una l'obbligo di firma: c'è stato anche un rimpatrio volontario nel paese d'origine. 

Nella serata di ieri i poliziotti delle Volanti di Parma, insieme agli uomini dell'Anticrimine e al reparto Mobile di Bologna hanno perlustrato le zone tra viale dei Mille, viale Vittoria e piazzale della Pace alla ricerca di immigrati irregolari pericolosi, con alle spalle precedenti penali per spaccio, furto o reati contro la persona. In particolare sono state esplulse tre persone: un nigeriano, un cittadino del Camerum e uno del Gambia: nella mattinata di oggi sono stati portati al Cpr di Bari. I tre giovani avevano alle spalle precedenti per spaccio, furto e resistenza a pubblico ufficiale. Nel corso della settimana appena passata invece sono stati espulse altre 5 immigrati irregolari: due tunisini, un nigeriano e due algerini, tutti con precedenti penali rilevanti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma quasi 100 casi ma ci sono 7 decessi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento