menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero dei benzinai il 31 marzo e il 1° aprile

Stop al pieno di benzina in autostrada il 31 marzo e il 1 aprile. Scatta la seconda tornata di sciopero dei gestori della aree di servizio, aderenti a Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio, "per azzerare le royalty dei concessionari, abbassare i prezzi dei carburanti

Stop al pieno di benzina in autostrada il 31 marzo e il 1 aprile. Scatta la seconda tornata di sciopero dei gestori della aree di servizio, aderenti a Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio, "per azzerare le royalty dei concessionari, abbassare i prezzi dei carburanti e valorizzare il servizio pubblico". 

AUTOSTRADE NEL CAOS - Resteranno quindi chiusi dalla mezzanotte di martedì 31 marzo e fino alle ore 24.00 di mercoledì 1 aprile i gestori delle aree di servizio che attueranno uno sciopero di 48 ore su tutta la rete autostradale nazionale

LA NOTA DEI SINDACATI - In una nota sindacale congiunta diffusa dopo l'incontro tenuto giovedì al Ministero Infrastrutture e Trasporti, i sindacati affermano che "non è stato possibile ottenere alcun tipo di risposta alle questioni - aumenti sistematici dei pedaggi e delle tariffe, prezzi dei carburanti più alti d'Europa, vigilanza sui comportamenti dei concessionari, tutela del servizio pubblico e del bene oggetto della concessione - che da anni la categoria cerca di portare inutilmente all'attenzione delle responsabilità Istituzionali competenti". Intanto - conclude la nota - nelle prossime ore sarà depositato presso il Tar del Lazio il ricorso predisposto in opposizione all'Atto di indirizzo firmato il 29 gennaio di quest'anno dai ministri Lupi e Guidi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento