menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero delle operatrici Proges del SAD del Comune di Parma: presidio in Prefettura

FP CGIL e CISL FP territoriali convocano un presidio in Prefettura

Oggi, venerdì 11 maggio, le lavoratrici e i lavoratori del servizio di assistenza domiciliare gestito da Proges nel Comune di Parma sciopereranno per l’intera giornata.

La protesta è determinata dalla decisione unilaterale della cooperativa, presa lo scorso novembre, di retribuire i tempi di spostamento da un utente all’altro non più come lavoro effettivo ma con una percentuale del buono di servizio che eroga il comune di Parma (committente), causando un danno economico importante sulle buste paga di operatrici e operatori.

Da allora, FP CGIL e CISL FP hanno più volte incontrato la Proges per cercare di ripristinare il precedente meccanismo di pagamento, ma senza trovare un accordo che potesse essere soddisfacente, anche in funzione di una migliore organizzazione del Servizio.

Le operatrici tutti i giorni comprese le domeniche e le feste vanno a casa dei nostri anziani e dei cittadini disabili a prestare loro un servizio di assistenza, ma non si ritrovano più retribuito in busta paga, se non in minima parte, il tempo che impiegano per spostarsi da un utente all’altro. Come se fosse diventato un lavoro a cottimo.

Per questo domani FP CGIL e CISL FP insieme alle operatrici socio sanitarie di Proges saranno in presidio davanti alla Prefettura di Parma dalle ore 10 fino alle 12 e chiederanno al Prefetto di incontrarlo per spiegare in modo approfondito le loro ragioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento