Sidel, gli operai bloccano via La Spezia: “Lo faremo tutte le mattine"

L'irrigidimento dei vertici Sidel sul contratto lavorativo ha fatto scattare la mobilitazione dei dipendenti. Dopo il blocco i lavoratori si sono mossi in un mini corteo. La Rsu aziendale: "Continueremo fino a che non si risolve la situazione"

Sidel nuovamente in lotta. Ieri per gli esuberi, oggi per gli orari. Il contratto proposto dall’azienda non piace ai lavoratori che rifiutano di accettare un testo che definiscono ‘blindato’. E scendono in strada come segno di protesta con al fianco anche i lavoratori delle ditte esterne. Bloccata via La Spezia per circa un’ora, i lavoratori si sono mossi in un mini corteo che dopo aver fatto il giro della rotonda antistante i cancelli dell’azienda ha virato verso l’entrata riportando operai ed impiegati sul posto di lavoro. Domani lo scenario sarà identico.

GLI OPERAI BLOCCANO LA STRADA: IL VIDEO


“Continueremo finchè non si risolve la situazione – dichiara uno degli RSU – il testo del contratto deve essere rivisto, l’azienda non può decidere unilateralmente senza consultarci. Le scelte vanno condivise con i lavoratori che sono i primi ad essere coinvolti in prima persona, ma al momento non hanno dimostrato nessuna apertura”. Sul banco d’accusa una clausola contrattuale legata all’istituzione dell’orario plurisettimanale. Un metodo con il quale l’azienda prevede di gestire i cali ed i picchi di lavoro cambiando le ore settimanali da 32 nei periodi di magra a 48 nei momenti in cui aumentano le commesse. “Ciò avverrebbe a loro discrezione, con poche ore di preavviso e con una paga sugli straordinari nettamente inferiore . Non è accettabile” tuona una lavoratrice dello stabilimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono 35 anni che lavoro qui – afferma uno degli impiegati – credo che la diatriba verrà risolta velocemente. In realtà non è affatto un problema trovare personale quando ci sono da fare degli straordinari. È solo una questione politica, l’azienda vuole far vedere che è più forte”. Di diversa opinione Antonella Stasi della FIOM che spiega “lo sciopero potrà durare a lungo per questa ragione abbiamo scelto di farlo di solo un’ora, ma tutti i giorni. Il contratto aziendale qui si è paralizzato sulla questione dell’orario plurisettimanale, un vero problema soprattutto per chi ha famiglia”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento