menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'L'acqua è avvelenata' e cerca di entrare in casa: truffa a Vicofertile

La Questura fornisce l'identikit del truffatore che ieri avrebbe cercato di truffare una donna a Vicofertile. L'uomo, alto 1,75 e dalla corporatura esile, si aggirerebbe nell'area urbana con un giubbino grigio

Un falso tecnico Iren si starebbe aggirando nell'area urbana cercando di mettere a segno truffe in abitazioni. Segnalato ieri a Vicofertile un tentativo di truffa poco prima di mezzogiorno, dove il falso tecnico aveva simulato un controllo dell'acqua sostenendo che dopo averla analizzata con un apparecchio elettronico risultava avvelenata e occorreva precauzionalmente prelevare gioielli e soldi per metterli nel congelatore. La Polizia di Stato consiglia di prestare massima attenzione a falsi dipendenti IREN che, con varie scuse, tentano di truffare la cittadinanza. Avendo compreso il tentativo di truffa, la donna ha minacciato di chiamare la Polizia e l'uomo siè dato alla fuga. Secondo la descrizione si tratterebbe di un uomo alto circa 175 cm, corporatura esile, carnagione olivastra, indossante un giubbotto smanicato di colore grigio, un berretto con visiera e occhiali da vista, che parla correttamente la lingua italiana. La Questura raccomanda la cittadinanza a non esitare di contattare il 113, laddove dovessero ripetersi episodi analoghi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento