menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bernardini (LeU):” Riduciamo le spese militari”

“Negli ultimi 10 anni di recessione e di tagli in tutti i comparti sociali, la spesa pubblica militare italiana è invece aumentata del 21%"

Roberto Bernardini, candidato per Liberi e Uguali al Senato, chiede di ridurre le spese militari. “Negli ultimi 10 anni di recessione e di tagli in tutti i comparti sociali, la spesa pubblica militare italiana è invece aumentata del +21% con una crescita costante, che continua tuttora arrivando, con la Legge di Bilancio per il 2018, all’1,42% del Pil (più della Germania, ferma all’1,2%. Lo Stato deve invece ridurre le spese militari, e non solo per l’evidente vantaggio del risparmio per la finanza pubblica. Di fronte alle tante guerre in corso, all’espansione del terrorismo internazionale, ai profughi che scappano dai Paesi devastati, occorre riaffermare il principio costituzionale del “ripudio della guerra. Serve una politica estera di pace. L’Italia deve sottoscrivere e promuovere il Trattato per la proibizione delle armi nucleare. Dobbiamo rafforzare le politiche di cooperazione e solidarietà internazionale, l’applicazione delle convenzioni internazionali e rifiutare l’interventismo militare al servizio di una logica di guerra. Occorre far rispettare le norme internazionali, europee e sulle limitazioni all’export bellico, in particolare sui paesi in guerra.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 76 nuovi casi e 3 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia riaprirà un ristorante su due

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per i genitori dei minori disabili

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento