Regionali, Quintavalla: "Se proprio bisogna chiudere qualcosa iniziamo dai Cie"

Cristina Quintavalla, candidata alla presidenza della Regione Emilia-Romagna risponde a Alan Fabbri, il candidato alla presidenza della Lega: "Radere al suolo tutto ciò che assomiglia a un campo nomadi? Il vocabolario è quello delle camicie brune naziste"

"Radere al suolo tutto ciò che assomiglia a un campo nomadi? Il vocabolario è quello delle camicie brune naziste, delle squadracce di skin e dei partiti populisti che infestano mezza Europa, ma in realtà la camicia di Alan Fabbri, il candidato alla presidenza della Lega, è verde e i suoi alleati di Forza Italia amano farsi riprendere con il doppiopetto del loro leader. Mi chiedo se esista ancora una linea di demarcazione tra la cosiddetta destra “moderna", “normale" e la vandea xenofoba, certamente lepenista, di Alan Fabbri che sembra voler giocare tutta la campagna sulla tziganofobia, sulla fobia per il popolo rom. Cosa che, tra l'altro, è un reato: istigazione all'odio razziale. Perdipiù la Lega, alla ricerca del casus belli, è voluta andare a molestare delle persone che vivono in povertà estrema nel luogo in cui sono costretti a vivere".

Cristina Quintavalla, candidata presidente per l'Altra Emilia Romagna, si mostra allarmata e sdegnata dall'ennesima sceneggiata leghista, il blitz nel campo rom di via Erbosa, a Bologna, dove la visita non autorizzata della consigliera leghista Lucia Borgonzoni e Alan Fabbri, evidentemente, non è stata gradita. Sabato arriverà Salvini, il capo della Lega, a vendicare l'onore dei suoi emuli, respinti, pare, a schiaffi e spintoni, accompagnato certamente da uno stuolo di telecamere alla ricerca di scene e parole truci. "La Lega è allergica a tutto ciò che è accoglienza, solidarietà e umanità, chiede di chiudere i campi ma per noi dell'Altra Emilia Romagna andrebbero garantite condizioni di vita decenti a tutti e, se proprio bisogna chiudere qualcosa, si cominci dai Cie, veri e propri lager per migranti che la legge Bossi-Fini ha peggiorato ulteriormente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento