rotate-mobile
Politica

Comunali: incontro d'ascolto di Dario Costi con le comunità di Nuovi italiani

Costi ha raccolto proposte e progetti grazie ai quali Parma, dopo dieci anni di immobilismo, possa ripartire integrando le risorse e le peculiarità che la comunità straniera in città può e deve offrire

‘Ricomporre una comunità frammenta da troppi anni di politica in cui lo straniero non viene visto non come risorsa integrata’. Il candidato sindaco Civico Dario Costi nel quarto incontro d’ascolto, dopo sanità, valorizzazione degli spazi urbani e ristorazione, si è confrontato con una rappresentanza di comunità di “nuovi italiani”. Costi ha raccolto proposte e progetti grazie ai quali Parma, dopo dieci anni di immobilismo, possa ripartire integrando le risorse e le peculiarità che la comunità straniera in città può e deve offrire.

“Dare voce a chi non ha voce” è in sintesi il nocciolo dell’incontro, “che siano persone da poco arrivate in città e quindi con le iniziali problematiche di inserimento date in primis dalla conoscenza della lingua, ai giovanissimi, protagonisti del fenomeno baby gang oramai tristemente noto in città. Creare percorsi inclusivi che non siano occasionali o ancorate a logiche di profitto come è successo
nel recente passato”.

Sono stati affrontati il tema della sicurezza in cui “l’evidente sotto organico dei vigili urbani nonché la sistemazione lacunosa delle telecamere in città fa sì che sia la città stessa a pagarne il prezzo più alto” afferma Costi. Il ricordo di Parma degli anni 80 e 90, che è diventata una seconda patria per tutti gli immigrati che in quegli anni hanno scelto di trasferirsi e che hanno trovato una Parma stupenda e protagonista va a mischiarsi con la realtà attuale in cui Parma ne sembra più una caricatura in tinte chiaro scure. Per il presidente della rete multiculturale di Parma, Ba Abdou, “l’attuale amministrazione ha come intento di riportare tutti i grandi uffici comunali in centro città”.
Per Costi, “bisogna ripartire dai giovani, dalle seconde generazioni, poiché essendo loro senza pesanti sovrastrutture come lo possono essere gli adulti, per loro non esiste il razzismo. Lo vedo coi miei figli.”

“La comunità straniera” ha concluso l’imprenditore Erion Begaj “è una comunità propulsiva, che porta in dote alla città tantissimi piccoli imprenditori nei più svariati campi che fanno crescere la città e insieme ad essa cresce.” Gli incontri di ascolto, con professionisti, imprenditori e cittadini, proseguono nei prossimi giorni per raccogliere indicazioni e suggestioni, sui vari temi di attualità, da inserire nel programma elettorale di Dario Costi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali: incontro d'ascolto di Dario Costi con le comunità di Nuovi italiani

ParmaToday è in caricamento