menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giunta, PBC: "Scuola, perchè le deleghe alla vicesindaco?"

Parma Bene Comune critica la scelta del sindaco Pizzarotti di non istituire un assessorato specifico per i servizi educativi e l'Università, ma lascia aperta una porta per il dialogo

Prime reazioni alle nomine della giunta, ancora in via di definizione, del neosindaco grillino Federico Pizzarotti. Parma Bene Comune esprime il dissenso rispetto alla decisione del primo cittadino di non istituire un assessorato specifico per la scuola ma di affidarne le deleghe alla neo vicensindaco Nicoletta Paci. Il movimento eslcuso per un soffio dal Consiglio comunale lascia però le porte aperte in vista di una possibile futura collaborazione.

"Mentre attendiamo di conoscere -si legge in una nota- i nomi degli assessori al Welfare e alla Cultura, due settori di grande rilievo per la vita della città ai quali ci auguriamo saranno chiamate persone competenti, preparate e autonome, non possiamo esimerci dall’esprimere il nostro rammarico rispetto alla scelta compiuta dal sindaco Pizzarotti e dal Movimento 5 stelle di dedicare un assessorato specifico e tecnico allo Sport e alle Politiche giovanili e non fare altrettanto per Scuola, Servizi Educativi e Rapporti con l’Università. Nicoletta Paci, che pure conosciamo come persona aperta e disponibile al dialogo, essendo anche Vicesindaco, si troverà a dover scegliere a quale dei due gravosi incarichi dedicare la sua azione politica e amministrativa".


"Riteniamo che il settore educativo debba occupare un posto assolutamente prioritario nell’azione di governo della città, in quanto consideriamo il sistema di istruzione pubblico, dal nido all’università,  l’unica garanzia dei diritti fondamentali sanciti dalla nostra Costituzione, che non a caso fa della scuola una delle sue istituzioni portanti. Al contempo, riteniamo sia indispensabile costruire una relazione continua e costruttiva con l’Università, per valorizzarne il ruolo e per rispondere in maniera più adeguata alle esigenze di migliaia di studenti fuori sede che vivono la nostra città. Parma Bene Comune ha in merito formulato precise proposte di programma che sarà nostra cura far pervenire al Vicesindaco, auspicando di avere presto occasione di conoscere le politiche educative generali che si intendono perseguire e le soluzioni che si propongono per alcune rilevanti urgenze del sistema educativo cittadino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento