menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presunto scippo in via Farini: Zilli bacchetta Corradi

Paola Zilli, segretaria provinciale Idv, interviene sul caso del presunto scippo denunciato alla stampa dal leghista Roberto Corradi. "Ora chiarisca e si assuma le sue responsabilità".

La segretaria provinciale dell'Italia dei Valori, Paola Zilli, ha rilasciato una dichiarazione sul presunto scippo di via Farini denunciato nei giorni scorsi dal consigliere regionale e segretario provinciale della Lega Nord, Roberto Corradi.

"Sarebbe un grave errore, sia morale che legale - dichiara la Zilli - essere testimoni di un reato e denunciarlo alla stampa invece che alle Forze dell'Ordine, come il segretario della Lega Corradi dichiara; sarebbe invece, a dir poco, obbrobrioso e vergognoso se Corradi si fosse inventato tutto l'accaduto di sana pianta, al fine di ottenere uno spazio sulla stampa locale - e regionale, tramite gli organi di partito -, vista la totale assenza di prove e persino di tracce che confermino l'esistenza di questo scippo.

Nessuna segnalazione alla Polizia o ai Carabinieri -
continua la Zilli - , nessuna denuncia, nessun testimone, nessuna persona che si sia presentata al Pronto Soccorso per farsi medicare le lesioni provocate dallo scippo, mentre, chiaramente, in quanto l'accaduto viene descritto con tanto di sangue e lesioni, essendoci di mezzo persino un bambino in tenera età, sarebbe stata d'obbligo una visita medica.

Personalmente, spero che l'esponente leghista si sia affidato, ingenuamente ed irresponsabilmente, a qualche malfidato amico o collega, a qualche "voce di corridoio", mentre nel caso in cui, e il dubbio è consistente, Corradi si fosse inventato il reato, come IDV esigiamo e gli chiediamo un minimo di senso di responsabilità affrontando in prima persona le conseguenze di un procurato allarme"
.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento