Tagli alle pensioni per 28 mila parmensi? Pizzarotti: "Governo doveva abolire la povertà, abolisce la crescita"

L'opinione del sindaco di Parma

“Eccolo il conto salato del populismo di Lega e 5 Stelle. Salvini e Di Maio dovevano abolire la povertà, invece aboliscono la crescita” Commenta così il sindaco Pizzarotti le notizie stampa dei tagli alle pensioni che si prospetterebbero per 28 mila cittadini di Parma e provincia, denunciati dalla Cisl. Il sindaco continua: “In un anno di governo, come dicono loro, il vento è cambiato ma in peggio: - tagli agli investimenti sulle periferie delle città; - tagli alle pensioni medie; - tagli ai Comuni; - tagli al trasporto pubblico; - probabile aumento dell'iva; - Italia in recessione economica. Daranno la colpa al Nuovo Ordine Mondiale, potete giurarci. Invece la verità è meno fantasy: non sanno quel che fanno, o peggio, fanno solo azioni elettorali, ipotecando il futuro degli Italiani non meglio di chi li ha preceduti. Serve un'Italia forte in un'Europa unita, non un'Italia debole in un'Europa divisa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

Torna su
ParmaToday è in caricamento