Tagli alle pensioni per 28 mila parmensi? Pizzarotti: "Governo doveva abolire la povertà, abolisce la crescita"

L'opinione del sindaco di Parma

“Eccolo il conto salato del populismo di Lega e 5 Stelle. Salvini e Di Maio dovevano abolire la povertà, invece aboliscono la crescita” Commenta così il sindaco Pizzarotti le notizie stampa dei tagli alle pensioni che si prospetterebbero per 28 mila cittadini di Parma e provincia, denunciati dalla Cisl. Il sindaco continua: “In un anno di governo, come dicono loro, il vento è cambiato ma in peggio: - tagli agli investimenti sulle periferie delle città; - tagli alle pensioni medie; - tagli ai Comuni; - tagli al trasporto pubblico; - probabile aumento dell'iva; - Italia in recessione economica. Daranno la colpa al Nuovo Ordine Mondiale, potete giurarci. Invece la verità è meno fantasy: non sanno quel che fanno, o peggio, fanno solo azioni elettorali, ipotecando il futuro degli Italiani non meglio di chi li ha preceduti. Serve un'Italia forte in un'Europa unita, non un'Italia debole in un'Europa divisa”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

  • Piazzale Picelli, 46enne morto dopo lo scontro con una bici: ciclista nigeriano accusato di omicidio stradale

Torna su
ParmaToday è in caricamento