menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Greci: "Posizione organizzativa rinnovata solo alla compagna, Vagnozzi spieghi il perchè"

Il presidente del Movimento Nuovi Consumatori: "Domattina faremo un esposto per abuso d'ufficio, sarà mandata tutta la documentazione alla Procura della Repubblica di Parma e per il danno erariale alla Corte dei Conti di Bologna"

Filippo Greci, presidente del Movimento Nuovi Consumatori ha convocato una conferenza stampa dal titolo “Onesta’, Trasparenza e Meritocrazia nel Comune di Parma durante l’era grillina : la figura del presidente del Consiglio Comunale”, all'interno della quale ha annunciato di mostrare un video "nel quale due dipendenti comunali -si legge in un comunicato dei Nuovi Consumatori-  a maggio di quest’anno, dopo la vicenda multe annullate per buona fede non colposa, illustrano la figura giuridica della Posizione Organizzativa in seno al Comune di Parma e l’intervento personale del presidente del Consiglio Comunale Marco Vagnozzi teso a favorire una persona in particolare. I due dipendenti comunali, consenzienti alle riprese che sono state schermate per evitare la loro identificazione, hanno poi fornito la documentazione comprovante di quanto raccontato. Il materiale sara’ trasmesso alla Procura Regionale presso la Corte dei Conti di Bologna, per la valutazione del danno erariale, ed alla Procura della Repubblica di Parma per gli aspetti penalmente rilevanti". Secondo il Movimento Nuovi Consumatori la compagna di Vagnozzi sarebbe "stata designata responsabile dell'ufficio Tributi da parte di una dirigente del Comune, percependo uno stipendio di 45 mila euro lordi all'anno senza averne i titoli, nè l'esperienza, in quanto proveniente da altri settori". Attendiamo la replica di Marco Vagnozzi e del Comune di Parma, a cui abbiamo richiesto un intervento a commento della vicenda. 

Filippo Greci: "E' stata una convocazione meditata perchè, in accordo con i dipendenti del Comune che sono venuti qua a maggio, abbiamo deciso di preparare bene la denuncia. Il presidente del Consiglio Marco Vagnozzi penso che debba ai cittadini delle spiegazioni, perchè la sua compagna ha avuto una posizione organizzativa molto delicata, che è quella del settore Tributi e perchè alal stessa è stata rinnovata quando la medesima era in maternità, cosa che non è stata fatta anche per altre due dipendenti del Comune non è stato fatto. Vorremmo sapere il perchè di questo trattamento di favore. Domattina sarà mandata tutta la documentazione alla Procura della Repubblica di Parma e per il danno erariale alla Corte dei Conti di Bologna". 

"Ai cittadini di Parma non interessa ricevere le solite rassicurazioni -esordisce Filippo Greci. I cittadini hanno capito: Vagnozzi, ma non provi un po' di vergogna? Il nostro non è un attacco politico contro il M5S, ma solo contro chi si è candidato in nome della trasparenza e ha infangato certi valori. Io, Filippo Greci, prometto che pubblicheremo altre verità per le quali il M5S dovrà andarsene. Dovrà scappare. La città non è governata e da qui a dicembre, quando scade il mio mandato di presidente dei Nuovi consumatori, renderò noto tutto. Se fossi in Grillo gli farei una causa in tribunale per aver tradito gli ideali del M5S. Gli farei una causa civile. Io mi aspettavo tutto questo, ma adesso si giocherà allo scarica barile. Io mi sto battendo per i cittadini di Parma, scorticati da multe salate, e da una differenziata che mette in ginocchio la città".

Al tavolo del Movimento Nuovi Consumatori anche gli amici di Beppe Grillo. Daniele Ghirarduzzi si chiede "quando qualcuno del tuo stesso movimento è disonesto, che si fa? Siamo stati vicini a Filippo Greci e ai Nuovi Consumatori, un movimento che vince centinaia di cause, è un vanto. Vorremmo che tutti fossero onesti, come lo sono i portavoce. Se non avessimo la capacità di puntare il dito di fronte ai disonesti, non avremmo senso di esistere. Lui è stato sospeso dal movimento, appoggiamo Greci che affronta il problema sul piano giuridico, noi invece sul piano politico. Abbiamo raccolto 178 firme per chiudere Parma Gestione entrate. Il nostro programma politico è quello di chiudere anche Equitalia, un poltronificio inutile. Parma Gestione entrate è un ente privato. Che lucra sui cittadini. Ente inutile e dannoso. Io ho affidato la riscossione delle multe a una società che per il 40% è privata, mi pongo il dubbio. A chi affida il controllo che non siano stati commessi degli illeciti? A una società 100% privata? Stiamo scherzando?  La price water house è nota per aver evaso 340 miliardi di euro di profitto per le multinazionali. E Pizzarotti affida questa casa a questo Ente?". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
  • Sport

    Juventus-Parma LE ULTIME | C'è Colombi in porta, Gervinho con Pellè e Man

  • Cronaca

    Covid: 67 nuovi casi e 3 morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento