rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport

Calaiò: "Volevo dare la fascia a Lucarelli ma..."

"Ci sta un periodo un po’ così -ha dichiarato Calaio'- non vivo per il gol, vivo perché la squadra vinca. Non sono più un ragazzo, ho giocato tante partite. Abbiamo dimostrato di essere più liberi mentalmente, ci è dispiaciuto prendere gol su rigore e nel primo tempo loro non hanno mai superato la metà campo. Ci siamo complicati una partita che non era assolutamente facile riprendere. Abbiamo dimostrato cuore e carattere. E’ stata un’ottima intuizione di Scozzarella, ha fatto due gare in panchina e non è semplice. Oggi è entrato e ha dimostrato tutto il suo valore e mi ha messo una palla di un’altra categoria. Da lui ci si aspetta questo e quindi ce lo prendiamo. Sono stato bravo io ma è stato bravissimo pure lui a pescarmi bene. Sarà una partita difficile al ritorno, la Lucchese al ritorno si dovrà sbilanciare un po’, noi avremo due risultati su tre e potremmo anche restare compatti e ripartire in contropiede. Lucidi sottoporta e fare gol alla prima palla. Noi li rispettiamo perché sono una squadra forte, non sarà facile e giocheranno alla morte. I play off sono un terno al lotto e bisogna stare lucidi. L’atteggiamento è cambiato parecchio, il Parma è stato altalenante in alcune partite, ha avuto un po’ di presunzione e ha sottovalutato l’avversario. Ma se pareggi l’atteggiamento, la mentalità degli avversari ti viene fuori la qualità. Mi è dispiaciuto non dare la fascia a Lucarelli, mi veniva proprio dal cuore, mi sentivo di dare la fascia a lui perché ci teneva a giocarla. Io ho cercato di dargliela ma l’arbitro me l’ha impedito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calaiò: "Volevo dare la fascia a Lucarelli ma..."

ParmaToday è in caricamento