Balotelli o Inglese? La strategia di Faggiano per un regalo top

D'Aversa vorrebbe il giocatore del Napoli ma...

Mario Balotelli ai tempi della Nazionale - foto Ansa

Il profilo di attaccante ideale? Inglese. Ma è molto lontano”. Le parole di Daniele Faggiano sanno di attesa. C’è l’idea che per l’attaccante bisogni aspettare. Limare le distanze soprattutto con il Napoli (nel caso di Inglese) più che con il giocatore, che avrebbe anche accettato l’idea di tornare al Parma, squadra che lo farebbe sentire protagonista. E che gli costruirebbe un progetto intorno notevole. Faggiano sarebbe disposto anche ad aspettare pur di riabbracciare il giocatore che Roberto D’Aversa avrebbe indicato come prima scelta, sarebbe disposto a sacrificare una bella fetta di budget. Ma a certe cifre è improponibile per lui sedersi al tavolo.

Ed è lo stesso motivo per il quale Faggiano per adesso desiste dal sedersi a quello di Mario Balotelli. Il giocatore ex Nizza tra le altre piace, resta una prima scelta e anche con lui si prosegue con insistenza per una trattativa che potrebbe decollare nella settimana immediatamente precedente a quella del ritiro. L’idea del direttore sportivo, di comune accordo con la proprietà, è quella di regalare al suo allenatore almeno due, tre tasselli con il quali lavorare all’inizio del ritiro. L’ostacolo più grande chiaramente (nel caso di Balotelli) resta quello legato all’ingaggio, quasi una montagna da scalare per il Parma che non pagando il cartellino (il giocatore arriverebbe da svincolato),  avrebbe l’obbligo di mettere qualcosa in più sul piatto degli emolumenti.

inglese-ansa (3)-3

Se si esclude Pinamonti, altro nome caldo nell’agenda del Parma, si può affermare che ds e tecnico stanno lavorando per portare a casa uno tra Balotelli e Inglese. Ma  qual è il giocatore adatto per Roberto D’Aversa? Partendo dal presupposto che entrambi sarebbero dei profili top per la società crociata, Balotelli e Inglese sarebbero funzionali al gioco del tecnico che propende però sull'attaccante del Napoli. Perché ha già avuto modo di apprezzarne le qualità, perché è affidabile dal punto di vista dell’impegno e del sacrificio. Inglese sa cosa vuole D’Aversa e D’Aversa di conseguenza conosce bene l’attaccante e cosa gli serve per farlo renderlo al meglio. Arriverebbe in prestito, ok, il Napoli pretende un conguaglio fuori portata per il Parma. E pagare un altro prestito per ritrovarsi poi a fine stagione senza il possesso del cartellino non rappresenterebbe proprio il massimo per Faggiano che mira anche ad avere qualche giocatore di proprietà per evitare di ripartire tutti gli anni senza una base solida.

Questa possibilità gliela offrirebbe Mario Balotelli che arriverebbe – come detto – senza il peso del cartellino. L’onere sarebbe solamente quello di un ingaggio da top player. Si sta infatti lavorando per trovare un accordo tra le parti, con Raiola per ridurre il gap tra domanda e offerta. Il Parma potrebbe fare uno sforzo per garantirsi Balotelli, che a sua volta deve farne un altro per sposare la causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento