rotate-mobile
Sport

Buffon torna a disposizione, un anno fa la mossa di KK: "Perché non vieni a Parma?"

Allo Stadium, in occasione di Juventus-Parma, Krause chiese a Gigi di tornare a casa. Ma nessuno si sarebbe aspettato questo epilogo

La sera di un anno fa nasceva il secondo Parma targato Kyle Krause. E l'idea di partire dalle fondamenta non fu niente male: mentre il primo stava naufragando mestamente in Serie B, trascinandosi dietro la coda di denaro sonante immesso nelle casse crociate fino a lì, la mente del presidente americano venne folgorata da una brillante intuizione. Di sicuro la più grande che ha segnato il suo percorso pieno di insidie. Un'idea che tracciò un solco importante nell'animo di un campionissimo come Gigi Buffon, pronto al rientro contro il Perugia dopo un lungo stop a causa di una lesione muscolare. Autore di pagine sacre della storia del calcio, Gigi è tornato a casa e ci ha pensato proprio KK a riportarcelo. All'inizio in molti pensarono a una pazzia, se non altro a un'idea romantica che non si sarebbe mai realizzata. Ma alla lunga il presidente con la sua perseveranza e il suo proverbiale ottimismo è riuscito a convincere Buffon. E rimane questo il più bel colpo del magnate americano. 

Nè Buffon, nè Krause pensavano di ritrovarsi insieme, dopo un anno giusto, fuori dai playoff con tre giornate d'anticipo e al tredicesimo posto nella classifica di Serie B. Ma tant'è. Il Parma ha già scelto comunque di ripartire ancora una volta dal capitano, al quale è stato allungato il contratto di un altro anno (2024) rispetto alla scadenza naturale, per provare a scrivere insieme un'altra pagina di storia in un club che sta trovando parecchie difficoltà ad emergere. 

"L’ho incontrato a Torino dopo la partita, negli spogliatoi - svelò Krause la sera della presentazione di Gigi, quando la sua sagoma imponente si è materializzata sul prato del Tardini -. Lo conoscono tutti, è stato molto importante per me questo incontro. Ho sfruttato l’occasione di mettergli la pulce nell’orecchio. ‘Perché non vieni a Parma’? La mia sensazione è stata quella di essere accanto a una leggenda del calcio, ha passione, energia in tutto quello che fa tutto il giorno”. 

PARMACITY111_20210421214616984_04d07b251a9aec1c19406f774edb136f-2

La passione è rimasta la stessa, intatta dal primo giorno a oggi. Un infortunio muscolare ha frenato Gigi e l'ha tenuto fuori per sette partite: dal 5 marzo, dalla gara contro la Reggina. Dopo 51 giorni, contro il Perugia potrebbe riprendersi una maglia da titolare. E' tornato a lavorare con la squadra regolarmente dopo un'assenza lunga più di un mese. La sua aura non tramonta mai, il ritorno di Gigi è una delle poche cose riuscite a questa dirigenza, che ha avuto l'onore e l'onere di lavorare con uno dei calciatori più decisivi e vincenti della storia. Quante cose sono cambiate in un anno. Da quella sera allo Stadium, da quando Krause ha messo a segno il colpo più importante da quando è diventato proprietario del Parma. Solo Buffon è rimasto decisivo e leader carismatico: come è sempre stato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buffon torna a disposizione, un anno fa la mossa di KK: "Perché non vieni a Parma?"

ParmaToday è in caricamento