menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La presentazione di Floccari

La presentazione di Floccari

Floccari si presenta: "Parma, la mia prima scelta. Sarò decisivo"

"Hanno dimostrato una grande fiducia nei miei confronti. Amauri? Grande giocatore, sono contento di poter raccogliere la sua eredità". Intanto Ghirardi sullo sciopero: "Stiamo lavorando per l'accordo"

Ecco il colpo. Leonardi lo ha sparato poco prima delle diciannove di ieri sera, quando il calciomercato e l'Ata Hotel stavano chiudendo le porte per poi riaprirle in gennaio.In mattinata presentato a collecchio anche Musacci, centrocampista che completa il reparto, dopo la partenza di Dzemaili.

IL MOMENTO DI FLOCCARI - Non parla subito l'ex Atalanta, lo precede come di consueto Leonardi. "Siamo contenti - dice l'ad - del nostro mercato e siamo contenti del mnodo in cui lo abbiamo chiuso. Floccari ha dimostrato di volere il Parma, ha avuto la pazienza giusta, eravamo in contatto quotidiano con il giocatore e il suo entourage. Conoscete il giocatore, ha le caratteristiche giuste, quelle di cui avevamo bisogno, e fa al caso nostro". Ed ecco che tocca a lui. "Ringrazio il Parma per la fiducia che ha avuto nei miei confronti, la Lazio, senza la quale non potevo essere qui. Ora tocca a me. hano dimostrato di puntare con decisione su di me, in maniera forte, qui ci sono i presupposti per fare bene". Inevitabile chiedergli del mancato arrivo del collega, il nome più caldo dell'estate gialloblu.

"Amauri? Il Parma ha fatto ciò che riteneva fosse meglio, con molti sacrifici. Ho voluto seguire in prima persona la vicenda, ero a Milano perchè sapevo di essere sul mercato. Leonardi ha affondato il colpo, voglio ripagare con la mia disponibilità e la mia voglia di dare un contributo importante. Ho sempre fatto la prima punta e gliocredo di avere le caratteristiche giuste per poter fare il ruolo che mi si chiede. Spero di integrarmi al meglio negli schemi di Colomba visto che ho fatto la preparazione estiva con la Lazio, ma non ci saranno problemi, avrò l'aiuto dei compagni". Obiettivi? Floccari ne ha ma preferisce tenerseli per sè. "Non mi piace parlare di numeri, il mio obiettivo è quello di essere decisivo sia con i gol, sperando di farne tanti, sia con il resto. Parma è stata la mia prima scelta per tanti motivi, ma soprattutto perchè ha dimostrato da subito la fiducia nei miei confronti. E' una squadra con grandi potenzialità, buone individualità, non solo Giovinco, insieme possiamo dare le giuste soddisfazioni ai tifosi. L'eredità di Amauri? Non mi spaventa, lui è un grande giocatore ma io so che posso fare bene". Nessun problema tattico per Floccari che, alla Lazio, ha provato moduli diversi durante la scorsa stagione, sperimentando diverse posizioni. "Non ho problemi a giocare in un 4-4-2 - dice - arrivo qui nel miglior momento della mia carriera e penso sia la scelta migliore per me. L'obiettivo di squadra resta la salvezza, da raggiungere il prima possibile. C'è un gruppo compatto e lavorando bene potremo ottenere grandi risultati.

LEONARDI, PERCHE' ... ? - "Borini? In questo periodo abbiamo fatto alcune riflessioni, abbiamo capito che c'era bisogno di fare degli aggiustamenti nel reparto avanzato. Appena è arrivata la richiesta della roma abbiamo accettato, ma ribadisco che è comunque nostro". Il Leonardi-pensiero è chiaro, ma non solo su Borini, di cui si chiedono spiegazioni a proposito della sua cessione alla Roma, anche su Danilo Pereira, trattenuto nonostante le richieste numerose dall'Inghilterra. "Consideriamo Pereira un giocatore dalle caratteristiche importanti, può arrivare a valutazioni molto elevate. Zaccardo? Chiacchiere, magari volevano cederlo i giornalisti, io ho pensato ad un ruolo dirigenziale per lui quando smetterà di indossare la divisa, quindi ...". Infine, incalzato dalle domande, Leonardi si augura attenzione, "da parte dei giocatori ma non solo, non dobbiamo ripetere gli errori dello scorso anno, dobbiamo rimanere concentrati e calmi. Il voto della Gazzetta? Mi fa piacere, l'anno scorso ci hanno dato 7 o roba del genere e abbiamo rischiato la B, quest'anno il 6 ci fa comodo".

MUSACCI E IL SOGNO GIALLOBLU - Poco prima, in mattinata, è toccato a Musacci fare il suo ingresso nella famiglia gialloblu. Lo hanno accompagnato gli uomini mercato del Parma, Preiti e Leonardi, con l' ad che lo ha presentato come "un giovane di prospettiva, dalle qualità importanti.La nostra piazza è tranquilla per gente come lui". anche Musacci, che vestirà la maglia numero 24, appare tranquillo quando entra a Collecchio, senza nasconde la sua soddisfazione. "Essere qui al Parma è un sogno. Per me non poteva esserci piazza migliore”. Parole semplici quelle con cui il neo acquisto Gianluca Musacci si presenta ai suoi nuovi tifosi.musacci presentazione-2-2

Ma che giocatore è Musacci? “Sono un centrocampista centrale che si adatta bene a giocare sia in un centrocampo a tre sia nei due centrali in una linea a quattro. Ho delle buone doti tecniche, anche se devo migliorare ancora. Sono qui proprio per questo”. A chi gli chiede se abbia un’attitudine più offensiva o difensiva risponde:  “Prima di tutto i centrocampisti devono saper fare entrambe le fasi e per questo ci vogliono sia doti tecniche che di corsa. Io devo migliorare soprattutto nella fase di rottura e stare a contatto con questi giocatori mi aiuterà molto. Da ognuno posso apprendere qualcosa per arricchirmi”. Infine una nota lieta sui suoi nuovi tifosi: “So del gemellaggio tra le due tifoserie di Empoli e Parma. Sono molto contento di questo, mi aiuterà”.

GHIRARDI E LO SCIOPERO - "Una soluzione va trovata assolutissimamente con buona volontà reciproca".Questo il parere dell'amministratore delegato del Milan Adriano Gallianisulla vertenza fra Lega di serie A e Assocalciatori per il rinnovodell'accordo collettivo. L'assemblea odierna dei club "deve per forza esseredecisiva, non si può non giocare" la seconda giornata ha avvertito Galliani,chiarendo che "il problema è rappresentato dalla durata dell'accordo edall'art.7, visto che fortunatamente il contributo di solidarietà è statotolto". "Ci sono i presupposti per chiudere un accordo importante", secondoil presidente del Parma Tommaso Ghirardi, confermando che la Lega spinge per avere un accordo ponte. Ma non è la stessa idea proposta dall'Aic alla vigilia della prima giornata di campionato, poi slittata? "Già la settimana scorsa avevo detto che serviva tempo per analizzare quella proposta - ha replicato il presidente ... "

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento