Sport

Brunetta il pianista le suona al Cosenza, c'è la Lazio per Liverani

Doppietta dell'argentino che tra il 13' e il 40' si mette in mostra. In mezzo il gol di Corsi

foto Ansa

Vince il Parma, che si regala un sorriso e la Lazio, prossimo avversario negli ottavi. Brunetta restituisce serenità a Liverani, che adesso tra Genoa e Benevento è chiamato a dare una sterzata decisiva. Da un gol dell’argentino (tap in il primo, al volo il secondo) all’altro, dal 13’ al 40’, il Cosenza non è certo rimasto a guardare. Come voleva Occhiuzzi, giunto al Tardini con zero pesi e ancor meno timore reverenziale per un Parma chiamato a riscattare la caduta. Liverani, confortato dalle parole dolci che arrivano dagli Stati Uniti, ascolta il consiglio presidenziale, mettendo da parte il 3-5-2 e affidandosi al talento di Brunetta e alla voglia di riscatto di quelli che hanno giocato poco fino a qui.  C’è Brugman in regia, Scozzarella resta l’ultima scelta di Fabio Liverani che dà subito una responsabilità a Busi e non risparmia Osorio.

Dall’altra parte l’ex Occhiuzzi lancia nella mischia Bouah, gioiello ex Roma frenato dagli infortuni. Davanti Petra e Sacko mettono in apprensione la retroguardia di Liverani, che soffre parecchio il pressing dei cosentini, abili a schiacciare - dopo il primo gol di Brunetta – il Parma nei propri 40 metri. E alla lunga, a furia di tentare a sfondare sugli esterni, trovano pure il pareggio, accolto dal boato della panchina. Bouah va via a Ricci, che oppone una resistenza tenue e scodella in mezzo una palla tesa sulla quale arriva indisturbato Corsi. Busi segue l’uomo, Nicolussi si fa attrarre troppo dal pallone e il risultato è l’uomo libero. Ma dopo due minuti, al 40’, il belga rivela la sua facilità di corsa e la freschezza balistica, arriva in fondo e indirizza un bel pallone per Brunetta. Impatto al volo, 2-1 Parma. Primo tempo in archivio, grazie alle magie dell’argentino che si afferma. Il secondo è di contenimento. Il Cosenza prova ad attaccare, impensierisce poco Sepe, il Parma non la chiude ma avrebbe un sacco di opportunità per farlo. Il Parma vince, si regala la Lazio. Ma sa che c’è ancora da lavorare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brunetta il pianista le suona al Cosenza, c'è la Lazio per Liverani

ParmaToday è in caricamento