COMMENTI - Donadoni: "Bravi a reagire dopo lo svantaggio"

Il mister crociato è visibilmente soddisfatto dopo l'ottima prestazione dei suoi. "Il primo tempo lo abbiamo regalato, ma poi siamo entrati bene in campo e siamo riusciti a rimediare una situazione difficile, bravi"

Roberto Donadoni in conferenza stampa

Donadoni non ha giocato, non è sceso in campo, ma è come se lo avesse fatto perchè ha cambiato la partita, con l'ingresso in campo di Jonathan per Modesto. riconosce che la sua squadra ha regalato un tempo agli avversari e lo dice a Sky Sport: "Non siamo partiti bene e mi sono arrabbiato tra primo e secondo tempo. Fortunatamente siamo stati bravi a recuperare la partita e a portarla a casa con determinazione. Vogliamo dedicare la vittoria al nostro Presidente che oggi non ci ha seguiti e ha sofferto da casa. Sono contento perché i ragazzi hanno portato a termine una rimonta importante su un campo difficile. Dispiace aver sofferto per un inizio brutto, ma l’importante è aver ribaltato la gara. Dopo il vantaggio abbiamo avuto un paio di occasioni in ripartenze importanti che potevamo concludere meglio. Giovinco ha fatto una prestazione straordinaria, così come Biabiany. Sono contento per l’ennesimo gol di Okaka, ma tutti hanno fornito una risposta positiva. Non abbiamo mai perso la lucidità". a proposito del cambio di Jonathan, Donadoni spende parole buone e si complimenta con lui. "Sta facendo molto bene, io non parlo molto dei singoli, perché credo che l’intera squadra abbia fatto una prestazione importante. Il brasiliano comunque è entrato bene e ha dato un apporto importante alla squadra". Ma si torna sul primo tempo, forse il più opaco della sua gestione: "Ogni tanto c’è qualche retaggio da migliorare. Questo fa parte di quegli aspetti che non mi piacciono. Negli spogliatoi mi sono arrabbiato. La squadra ha valori importanti e quando non riesce ad esprimerli è normale che io mi arrabbi. Spero non accada più". Un po' come succede perr Biabiany, "un giocatore con straordinarie qualità. Non sempre le tira fuori, ecco perché scherzando gli ho detto che l’avrei picchiato se avesse continuato a non esser decisivo". Ora che la salvezza sembra essere solo una questione di matematica, Donadoni punta un nuovo obiettivo: "Spazio per tutti nelle ultime gare? Mi dispiace per Brandao, Ferrario e Palladino che oggi sono andati in tribuna e per Marques che ho portato in panchina. Nelle ultime partite cercherò di dare spazio un po’ a tutti. E’ chiaro che mi aspetto molto impegno in allenamento loro dovranno convincermi. Ci siamo riproposti che finchè non raggiungiamo matematicamente la salvezza, non parliamo di mercato, perciò penso che potremo cominciare ad avviare discorsi del genere dopo la prossima delicata sfida di Lecce. Abbiamo quattro giornate e dodici punti a disposizione. Dovessimo vincerle tutte arriveremmo a 56 punti, che qui non ottengono da un bel po’ di tempo".

Mutti si mangia le mani e assorbe i dissapori del pubblico per questa sconfitta interna. "Nel secondo tempo è come se la squadra si fosse spenta. Non siamo più riusciti a recuperare un ritmo accettabile, nonostante un buon primo tempo. Peccato per alcune occasioni non sfruttate nel primo tempo e per la traversa colpita da Silvestre ad inizio ripresa. Stiamo pagando un lavoro dispendioso, i miei erano un po’ sulle gambe. Il derby? E’ una partita che si prepara da sola, saremo sicuramente carichi psicologicamente. Dobbiamo esser bravi a cancellare questa sconfitta e ripartire al meglio. Speriamo in questi due giorni che rimangono per recuperare le energie. La reazione rabbiosa di Budan? Ce l’aveva con i suoi compagni, che non riuscivano ad accorciare e a salire. E’ quello che chiedevamo anche noi dalla panchina. Il cambio di Budan? Inserendo Ilicic volevo dare un po’ più di velocità al nostro attacco. Il futuro? Io ho sempre pensato a lavorare e a portare avanti il mio impegno fino alla fine del campionato. Se sarò riconfermato, significherà che il mio lavoro è stato apprezzato. Adesso finiamo il campionato al meglio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Biabiany, uno dei migliori in campo, esprime la sua soddisfazione dopo il gol decisivo. Lo dice ai microfoni di Sky Sport. "La mia rete? Spero di aver segnato il gol della salvezza. Il Lecce sta andando forte, perciò finchè loro riescono a vincere, la salvezza non è assicurata. Il Palermo è forte in casa, lo sapevamo, ma il mister negli spogliatoi ci ha detto di metterci più intensità, perché c’era ancora possibilità di ribaltare la partita, e così è stato. Giovinco? Lo sappiamo tutti, è un gran giocatore, sta trascinando la squadra. Speriamo di continuare così".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento