menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

VISTA DALLA CURVA | La testa di D’Aversa ... in testa

Il viaggio del super tifoso Luca Cavallina

Parma Ascoli 4-0. Il commissario tecnico posizionato qualche gradino sopra ha pacificamente abbandonato la contesa nell'istante esatto in cui Gianni ha messo il sigillo finale sulla partita, prima era tutto un vaffa…schifo…scarsi…pietosi. Proprio non capisco perché persone tanto irritanti debbano andare a vedere una partita di calcio e pure di serie B. Scusate ma proprio non capisco e per la prima volta in 31 anni di felice esistenza ho invitato il Ct ad andare a….vedere il Barcellona invece di snervare mezza curva. Vabbè parliamo di calcio e partiamo dalla festa finale riservata al

CAPITANO (che oggi avrebbe meritato il rosso) osannato da tutto lo stadio ed addirittura portato in trionfo dai suoi “gregari” che anche oggi hanno dato tutto e che anche oggi ci hanno fatto passare proprio un bel sabato. 4 pappine era davvero un po' che non si vedevano al Tardini, 4 banane ed un rigore parato erano lustri che non si vedevano sul prato verde del nostro stadio. Si dice che chi ben comincia sia a metà dell' opera ed infatti bastano cinque minuti per trovare il vantaggio: tiro innocuo dalla distanza, Iacoponi intercetta e batte Lanni. 1-0 la Nord si carica, canta, fioccano sciarpate ed i crociati amministrano. L'Ascoli prova a giocare palla a terra, i gialloblu aspettano e tentano di ripartire in contropiede ma Insigne, Di Gaudio e Nocciolini fanno fatica a trovarsi e sono pure un po' spreconi. Si va al riposo con un Parma meritatamente avanti senza nemmeno sforzarsi troppo. Nella ripresa la musica non cambia, i marchigiani tengono il possesso palla ed i gialloblu ripartono. Visto l'andamento lento del match anche la curva si spegne un pochino ma a riaccenderla ci pensa Robertino Insigne che da posizione defilatissima insacca.

Goduria totale e alcune perplessità (scrivo a caldo e non ho visto le immagini): Insigne ha fatto un supergol, Lanni ha fatto una papera o il tiro è stato deviato? Con la partita virtualmente chiusa Addae, colosso ghanese del centrocampo marchigiano, si ricorda di aver preso un impegno e, visto che la coppia Fiorin/Maresca aveva esaurito i cambi, decide di entrare col piede a martello su Scavone. Rosso diretto e partita sempre più in naftalina. Nemmeno il rigore regalato da Lucarelli agli avversari riesce a riaprire il match: Santini calcia a mezz'altezza Frattali para. Gli ultimi minuti sono libidine pura: Pinto cerca un dribbling nella sua area il maestro Baraye ruba palla e fa tre a zero, il ciliegione sulla partita o la mazzata finale al povero Ascoli, abbandonato anzitempo anche dai suoi sostenitori muniti di splendido bandierone raffigurante Walter Casagrande Jr (Lo voglio!), incassano anche la rete di Gianni bravo ad inserirsi dopo uno scambio Insigne Baraye.

Nota importantissima: chi voleva la testa di D'Aversa si rassegni e, almeno per stasera si goda D'Aversa in testa. Complimenti speciale per Pasquale Mazzocchi, 50 presenze crociate e, dopo il capitano, unico giocatore imprescindibile in serie D, C e pure B. Concludo con un consiglio al nr 14 ascolano, un tale che fa Mogos di cognome. Parma dista 20 km da Reggio, perché stasera non vai a farti una seratina ai Sali&Tabacchi lá ci sono tanti gnoccofrittari che ti aspettano calorosamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento