rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Il Parma vince all'ultimo respiro: decide Mihaila su assist di Vazquez

All'ultimo minuto gran lancio del Mudo che libera il romeno, freddo questa volta sotto porta al 96esimo per l'1-0

Dal nostro inviato

PARMA - E alla fine il click è scattato. Maresca si è levato una bella scimmia di dosso, il Parma pure perché erano 167 giorni che il Tardini non viveva questa scena. Segna Mihaila, un giocatore parecchio sfortunato in quanto a infortuni e guai fisici. Segna su assist di Franco Vazquez, una palla illuminante che ha accecato il Tardini e oscurato la sua prova un po' opaca, annullando il Benevento che si è visto beffare all'ultimo respiro un punto che forse gli stava stretto. Ma il calcio sa regalare gioie indescrivibili, chiedere a Gigi Buffon che ha vinto un mondiale e che si è fatto 100 metri di campo per esultare con i ragazzi sotto la Nord. La scena più bella. Adesso ci sono 15 giorni per lavorare e preparare al meglio la partita di Pordenone, che intanto dalla Spal ha preso 5 gol.

Maresca sceglie di buttare subito nella mischia Cobbaut, il nuovo arrivato dall’Anderlecht. Fa coppia con Osorio, a protezione di Buffon (oggi capitano), con Sohm e Busi al posto del partente Gagliolo. In mezzo al campo l’ex Schiattarella, con Juric, a sostegno dei tre davanti, Man, Vazquez e Brunetta. Davanti c’è Tutino, che in fase di non possesso torna in mezzo a fare densità. Caserta risponde con il suo 4-2-3-1, pronto a mordere le caviglie dei crociati quando c’è da riconquistare e dare sfogo alla manovra soprattutto sull’esterno, dove vanno veloci Elia e Improta. In mezzo agisce Insigne, ex dall’altra parte, con Sua che catalizza le marcature crociate.

L’intenzione del Parma è quella di prendere in mano il pallino del gioco, costruzione dal basso e posizione chiave di Sohm in fase di possesso. Il palleggio, almeno all’inizio, è fluido, ma la prima preoccupazione è di Gigi Buffon. Ionita stacca indisturbato su Sohm, con palla da destra a sinistra. Fuori. A Gigi, che ritrova casa sua dopo 7384 giorni, tocca alzare la voce ancora al 16’, due volte nel giro di un batter di ciglia: prima si vede entrare in area Calò, indisturbato. Lui si allunga e devia, sulla respinta Improta prova a fare da solo e tocca ancora a SuperMan indossare il mantello e sventare la minaccia.

Il Parma è nella conclusione a giro di Brunetta, che si fa apprezzare sempre per un atteggiamento positivo. Tutino e compagni però sbattono contro l’organizzazione di un Benevento che dopo un inizio ballerino, si mette a posto, serra le linee e fa viaggiare il pallone da destra a sinistra. Il break di Schiattarella dà una possibilità al Parma di mettere in mostra la sua grande qualità. Vazquez viene atterrato al limite, Brunetta calcia la punizione appena fuori. Il morso del Benevento si allenta, complice il presidio di Schiattarella in mezzo al campo. Cuce e scuce, e segna pure. Un gran gol, annullato per tocco impercettibile di Tutino, dal Var. Al netto delle occasioni, il Parma può ringraziare Gigi Buffon. E’ per lui che regge lo 0-0 nel primo tempo.

Nel secondo la musica non cambia: Maresca vede i suoi abbassarsi un po’ troppo, il Benevento non deve fare tanto per impensierire il Parma. Un paio di sbavature in uscita, costringono Buffon a guardare il pallone sfilare di poco dai pali. La risposta crociata è racchiusa nel talento di Man, che prende palla e fa tutto da solo. Strozza il tiro che non preoccupa. Maresca capisce che c’è qualcosa che non va, si guarda indietro e chiama Inglese. Allarga Tutino a sinistra e inserisce Camara in mezzo per Juric. Brunetta cambia lato. Caserta si affida a Moncini, ma si accende Vazquez che libera con un’imbucata delle sue Inglese, stoppato da Paleari. Entra anche Lapadula, Maresca risponde con Mihaila per Tutino e Zagaritis per Schiattarella. Il romeno ha la palla giusta, ma Paleari se la cava con un po’ di fortuna. La stessa che ha il Parma, quando Moncini si divora il vantaggio, senza servire Improta, liberissimo. Ma alla fine le paure vengono spazzate dal un gol di Mihaila, su splendido lancio di Vazquez. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parma vince all'ultimo respiro: decide Mihaila su assist di Vazquez

ParmaToday è in caricamento