menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pietro Leonardi eogia il suo Parma

Pietro Leonardi eogia il suo Parma

COMMENTI - Donadoni: "Grazie ai ragazzi per la disponibilità"

L'allenatore crociato spiega la cavalcata finale che ha permesso il record. "Merito dei calciatori che hanno fatto grandi cose con umiltà e serenità. Un grazie al mio staff e al Parma che ci ha permesso di lavorare"

Leonardi è comprensibilmente raggiante dopo la vittoria del derby: "E' il momento di ringraziare questi meravigliosi ragazzi perchè hanno raggiunto un obiettivo che rimarrà nella storia, difficilmente eguagliabile per una società come il Parma, magari rimarremo nella storia del Parma. Adesso festeggiamo. Paletta e Giovinco? Abbiamo una squadra importante ed uno zoccolo duro importante, ma siamo attenti a quello che è il mercato e ci sono buone possibilità che giocatori come questi possano continuare a vestire la maglia del Parma. Abbiamo raggiunto importanti obiettivi, come le 7 vittorie di fila, il record di punti nella gestione Ghirardi, a breve avremo un centro direzionale, andiamo ad affrontare l'anno del centenario, abbiamo un bilancio importante ed abbiamo una societa che si è distinta per eleganza e stile. Tanti motivi di positività, ma voglio ricordare anche il lavoro di Colomba e del suo staff, che ha tanto merito nella salvezza e nel grande campionato del Parma e soprattutto in quella dell'anno scorso. Mi inorgoglise che questa squadra ha la mentalità che tanto cercavamo, bisogna dare merito all'allenatore per questo. Mercato? Dobbiamo essere virtuosi e continuare sulla strada iniziata tre anni fa. Siamo attenti e verificheremo il mercato, ma siamo contenti perchè abbiamo trovato una gestione giusta ed oculata. Questa sarà l'estate da quando sono al Parma sarà quella più rilassante. Amauri? Eravamo superconcentrati sui nostri obiettivi di campionato, da domani penseremo ad altro ma vogliamo verificare se questa società può mantenere i giocatori attualmente in rosa, perchè questo gruppo ha ampi margini di miglioramento, anche se sembra paradossale. Paletta in Nazionale? Se non è nei 32 di Prandelli le possibilità sono poche e mi dispiace. Credo abbia pagato il fatto di non essere italiano di nascita".

La partita con il Bologna ha portato in dote il Parma più vincente degli ultimi tempi. E' arrivata la settima vittoria consecutiva, sono arrivati 56 punti. A Donadoni viene quasi da dire: "Peccato che abbiamo finito ora". Ma  non lo dice il tecnico ei record, non si rovina la festa e ne approfitta per "ringraziare tutti. Il mio staff e il Parma che ci ha dato questa possibilità di lavorare in tranquillità. Se continuerò a lavorare qui? Ho un contratto con il parma e sono ben felice di rispettarlo, non ho nient'altro in testa. Voglio ringraziare i miei ragazzi perchè hanno dato tutto in questa avventura e si sono mostrati disponibili e molto umili nel fare ciò che gli avevo chiesto. Non abbiamo ancira programmato nulla per la prossima stagione,anche se qualcosa ci siamo detti. Ma nulla di che. Dobbiamo essere tranquilli e fare le cose con il giusto equilibrio, unica base che ti permette di lavorare con serenità e costruire qualcosa di importante. Giovinco? Unico, per trovare un'alternativa eventuale ci sarà da stare molto attenti, giocatori come lui ce ne sono pochi". Una domanda anche su chi di gol non ne fa tanti. Paletta di mestiere fa il difensore, e che difensore vedendo le ultime partite. Peccato che non sia nella lista dei pre-convocati di Prandelli. "Ha fatto una stagione straordinaria - dice Donadoni - ha ancora margini di miglioramento e se continua cos' presto si accorgeranno di lui. E' facile esaltarsi in momenti come questi, dobbiamo stare tranquilli e con i piedi per terra".

"Ultima con la maglia del Parma? Non lo posso sapere io, devo solo aspettare e ringraziare tutti". Ai microfoni di Sky Sport  ha così parlato l'eroe della tifoseria gialloblu, Giovinco: "Peccato che è finito il campionato siamo contenti di come abbiamo concluso. Abbiamo disputato una stagione impressionante e ce la godiamo".

Galloppa ha finito in crescendo, come la sua squadra. "Abbiamo fatto dei risultati storici, è straordinario. Il mister ci ha dato la mentalità vincente, siamo propositivi ma sappiamo che si può fare di meglio. Giovinco? CI ha trascinato in maniera importante, è un giocatore unico e speriamo che rimanga con noi. Paletta? Anche lui ha fatto grandi cose e se continuerà cos' andrà in Nazionale. Un voto? 10, il Parma se lo è meritato".

Biabiany ha deciso la gara e spera di poterne decidere altre con la maglia gialloblu. "Se resto? Vediamo, spero di si ma le società dovranno accordarsi. Abbiamo fatto un ottimo campionato e raggiunto dei risultati importantissimi. Ringrazio il mister che mi ha dato la possibilità di giocare, mi ha dato fiducia e io l'ho ripagato, spero, bene".

Pioli dopo la sconfitta: "Credo sia stata una partite equilibrata, sebbene il Parma abbia avuto qualche possibilità in più ed abbiamo sofferto tantissimo sui calci da fermo perchè Giovinco è un calciatore incredibile di palle inattive. Non credo comunque che il pareggio sarebbe stato ingiusto. Dispiace finire con una sconfitta, ma abbiamo giocato alla pari contro una squadra in grande condizione, con qualche assenza pesante e dopo un anno duro e difficile in cui siamo stati bravi ad alzare sempre l'asticella. Diamanti in Nazionale? Se l'è meritata, perchè è stato bravo a mettersi a disposizione della squadra. Belfodil? Sta crescendo tanto, sarebbe un peccato perderlo adesso, ha le potenzialità per diventare un buon attaccante. Il Parma ha fatto una grandissima stagione, ha una bella squadra che tiene il campo ed un allenatore che è riuscito a dare un'identità alla propria squadra. Qui torno sempre volentieri, sebbene la mia esperienza da tecnico qui non sia stata fortunatissima. La sostituzione di Ramirez? Ha avuto un problema muscolare, altrimenti non sarebbe uscito. Mercato? Abbiamo perso Di Vaio che è un giocatore importante e va sostituito bene, ma nonostante mi sia confrontato spesso con la società del mercato non abbiamo ancora parlato. La mia miglior stagione? L'allenatore va giudicato, purtroppo, dai risultati, ma se un tecnico riesce a mantenere le aspettative della società allora il cammino è stato positivo. E' chiaro che è stata una stagione importante, da più di un punto di vista, ma anche l'anno scorso col Chievo era stata un'annata positiva. E' stato un bellissimo campionato, molto stimolante, per merito di squadre medio-piccole, come il Bologna ed il Parma, anche se forse qui si aspettavano di finire nella parte sinistra della classifica. Giovinco titolare in azzurro? Ha dimostrato di essere un grande giocatore anche oggi, è convocato, Prandelli è un tecnico preparato e deciderà per il meglio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento