Parma | Senza attaccanti chi segna? E si pensa al ritorno di Defrel

Con Coda out per 4-5 mesi, Pozzi che non convince e Palladino alle prese con problemi, con Biabiany incerto sul ritorno, a Donadoni restano Cassano e Belfodil. Leonardi potrebbe virare sul giovane in comproprietà con il Cesena

Defrel foto: CesenaToday

Il Parma non trova pace, nemmeno dopo la vittoria contro l'Inter, una vittoria meritata, che doveva fare da argine al fiume di critiche che sta inondando una società e una squadra che, dopo sabato sera, si trova senza attaccanti. Donadoni, che ha riacquistato fiducia e credibilità agli occhi della dirigenza, che mai lo aveva messo in bilico, in pubblico si intenda, si ritrova senza attaccanti dopo il crak di Coda. L'infortunio dell'ex Nova Gorica fa male, il suo è un k.o. pesante che non si risolve troppo in fretta. I tempi di recupero saranno lunghi, la squadra dovrà fare a meno della sua mobilità e della sua fame, della sua voglia di mettersi in mostra e del suo feeling con Cassano, unico tra gli attaccanti a capire FantAntonio e a mostrare un certo filo diretto con il barese, in campo ovviamente. Donadoni, con Pozzi mai in servizio, Palladino sempre a intermittenza e Biabiany che ancora non sa se e quando recupererà a pieno l'attività fisica, si trova con Belfodil e il genio, (fino a quando inesauribile?), di Cassano.

Solo due attaccanti, di fatto, su cui poter contare con una certa convinzione, a meno che Palladino riesca a mettere da parte questi problemi che ne limitano l'utilizzo. Se questa dovesse essere la situazione, a gennaio Leonardi dovrà intervenire per forza. Pazzini a parte, che è un nome suggestivo quanto difficile da portare a Collecchio per via del suo stipendio, al momento impensabile da sostenere, il Parma potrebbe ripiegare su qualche talento di sua proprietà in giro per la Serie A. Per esempio il francese Defrel. Il calciatore è in comproprietà con il Cesena, sta facendo benissimo tanto che Milan e Juventus stanno sondando il terreno. Nasce come esterno, attaccante possente e tecnico, scoperto da Palmieri che ha arricchito il settore giovanile, Defrel sta giocando ora da punta centrale. In sei presenze ha segnato 2 gol e il suo nome è di vitale importanza per il Cesena che, lo scorso anno si è aggiudicata la promozione in A grazie ai suoi numeri. E' maturato, il Parma e parecchio cambiato: i dirigenti potrebbero pensarci già in questi giorni per riportarlo all'ovile. C'è da battere prima la concorrenza del Cesena, che non lo lascerà partire tanto facilmente visto che deve salvarsi e il ragazzo è fondamentale per Bisoli. Sarebbe ideale per il gioco di Donadoni vista la sua polivalenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Sindaci: eletti Fiazza a Fontevivo, Boraschi a Palanzano, Canepari a Pellegrino, Restiani a Varano e Concari a Soragna

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento