menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, D'Aversa con gli uomini contati

Tra squalifiche e infortuni, il tecnico deve inventarsi la formazione

La sconfitta di Cesena ha lasciato scorie soprattutto a livello mentale. Il Parma è passato in dieci minuti da un secondo posto momentaneamente blindato a un quarto posto da difendere, con Frosinone e Palermo avanti in classifica e Venezia a pari punti. Le brutte notizie però non finiscono qui: uno strascico che rischia di compromettere la brillante rimonta di una squadra che aveva come obiettivo quello di centrare i play off e che è stata a un passo dalla promozione a 190' dal termine del campionato. Per la partita contro il Bari, Roberto D'Aversa deve fare a meno di Yves Baraye, squalificato per due giornate dopo la manata rifilata a un calciatore del Cesena nella rissa che si è scatenata a fine partita, Valerio Di Cesare perché diffidato e ammonito, e Roberto Insigne che ha avuto l'opportunità di chiudere i giochi con quel pallone che si è stampato su palo prima del nubifragio che in dieci minuti ha oscurato il campionato del Parma, se si considera il fatto che era a un passo dal portare a casa una vittoria pesantissima, la più importante del miniciclo che avrebbe consolidato la seconda posizione in classifica. Al tecnico crociato, oltre all'amarezza, non resta altro che provare a lavorare sulla testa dei suoi giocatori per ravvivarli nel morale e trascinarli in condizioni ideali ai probabili play off, sperando di poter centrare la posizione migliore di classifica in modo da evitare il primo turno. Con queste assenze pesanti, alle quali si aggiungono quelle dei lungodegenti Munari, Siligardi, Vacca e Mazzocchi, D'Aversa deve inventarsi la formazione con quello che ha a disposizione. L'unica nota positiva è rappresentata dal fatto che Alessandro Lucarelli ha bruciato i tempi e, a venti giorni dall'operazione, è tornatp in gruppo per poter dare il suo contributo alla causa. Con lui anche Da Cruz, che partirà dalla panchina presumibilmente assieme a uno tra Ceravolo e Calaiò che rappresenta il dubbio amletico per il tecnico crociato che si affida a uno dei due bomber (difficile si arrivi a schierarli insieme dal primo minuto). A centrocampo, con il ritorno di Scozzarella in gruppo, D'Aversa ha la possibilità di poter puntare sul suo play, con Scavone che resta a disposizione in un ruolo che non è il suo. In difesa senza Di Cesare toccherà a Sierralta o ad Anastasio, con Gagliolo (in caso) pronto a fare il centrale con Iacoponi e l'ex Napoli a sgroppare sulla sinistra. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    I presidi: "Didattica in presenza al 100%? E' un azzardo"

  • Cronaca

    Covid: a Parma vaccinate quasi 135 mila persone

  • Attualità

    Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento