menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rezart Taci con la sciarpa del Parma - foto Parmafanzine.it

Rezart Taci con la sciarpa del Parma - foto Parmafanzine.it

Parma-Fiorentina 1-0 | Gol di Costa sotto gli occhi di Giordano e Taci

In segreto ma non troppo, il petroliere albanese si è presentato allo Stadio con tanto di sciarpa. Il Parma vince ma soffre e Costa gli regala la prima vittoria

Cominciare bene l’anno fa morale. Vincere contro la Fiorentina e sperare, pure. Tutto sotto il controllo di Fabio Giordano, che benedice la prima vittoria dell’anno e tira un sospiro di sollievo solo all’94’, quando Damato dice che è finita. Donadoni si salva e spera nel mercato con la consapevolezza che da lavorare c’è tanto. Barricate per 90’, contropiede sciupati e grazie anche a Gomez, inguardabile. Lo sguardo teso di Fabio Giordano fotografa dall’alto la situazione. Troppo pessimismo aleggia ancora in curva, tanto che all’estremità del muretto che la separa dal campo campeggia uno striscione che esprime lo stato d’animo dei tifosi: “Vergogna, dirigenza: rispetto per Parma”. E l’avvocato se lo guarda con occhio coscienzioso, lo scruta. Accompagnato dal padre, viene quasi sorpreso dal vantaggio del Parma che, con Costa, al primo intervento, buca Tatarusanu, Neto in panchina per precauzione, visto che Montella era scettico alla vigilia per il mancato rinnovo e il suo stato psicologico. La prima volta che Lodi pennella un buon angolo, Lucarelli ci mette il testone e prolunga per il tap-in vincente di Costa che, reggiano di nascita, esulta sotto la Nord dopo una decina di minuti. L’avvocato è fermo sui suoi passi, guarda sempre più teso e non si illude.

L'avvocato Fabio Giordano in tribuna

giordanopadre-2-2

LE PAGELLE

Altro che partita in discesa. Fa bene a non farlo perché la Fiorentina schiaccia forte sull’acceleratore e, nel giro di una mezzoretta, si costruisce tre palle gol nitide, un paio con Gomez che prima, imbeccato da Mati, spara a salve su Mirante, poi di testa fa lo stesso. Cuadrado invece gira lento sul secondo palo, con il Parma che, messo alle corde dal palleggio gentile dei montelliani, fatica a uscire e al 34’ rischia di subire il pari, causa di un rigore che forse poteva non starci. De Ceglie in corsa non vede Cuadrado che gli frana addosso, l’ex Juventus forse allunga la mano e il colombiano cade. Damato fischia, Gomez sbaglia e Mirante si esalta. Ma il Parma è in vantaggio quasi per caso. Cuadrado sciupa il pari, ma la partita resta nelle mani della Fiorentina fino all’espulsione di Rodriguez. Il Parma fa le barricate e rischia meno del primo tempo, anche perché la linea di difesa regge l’urto e Costa, per una giornata, fa il Paletta e si dimostra all’altezza della situazione. Passa il tempo e la partita si incattivisce perché la Fiorentina la vuole pareggiare, il Parma vuole portarla a casa e, Bidaoui, non la chiude a cinque minuti dalla fine con un contropiede gestito male. La voglia di segnare lo tradisce e non serve Cassano solo. Savic si fa cacciare per una gomiotata a Cassano, e Rispoli, dopo una progressione pazesca, chiude sul primo palo, con Tata presente.  

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento