Barillà indica la strada: "Parma, adesso rialzati"

Il centrocampista crociato parla del momento della squadra: "Siamo un buon gruppo, ci rispettiamo e lottiamo sempre uno per l'altro"

Antonino Barillà - foto Ansa

Dal nostro inviato
FELINO - “Ci voleva una settima di riposo per cercare di ricaricare le pile e dimenticare la partita di Ferrara, partita nata male e finita male. L’importante adesso è non fare drammi e ripartire”. La ricetta di Nino Barillà, presentata nella splendida cornice del Castello di Felino grazie all’ospitalità di Piu Hotels, ha  un uomo che va bene per tutte le stagioni, è quella di sempre e si potrebbe anche tradurre in un motto che in questi anni al servizio del Parma, il soldato di D’Aversa ha fatto suo: testa bassa e pedalare. “Non siamo riusciti a reagire. Non possiamo buttarci giù, può capitare una giornata storta. Una ce la siamo giocata e adesso spero che la prossima arrivi a fine campionato, a giochi fatti. Sappiamo che dobbiamo riprenderci dalla brutta prestazione di Ferrara, e adesso bisogna mettere in campo determinazione e voglia. Dopo la partita c’era un po’ di rammarico, a noi è mancata la reazione, questi sono aspetti da cui non si può prescindere. Nella nostra squadra questo fa la differenza. L’importante è riprendere con forza, sapendo che - come ha detto il mister – situazioni come queste possono capitare. Ricompattarci? Non ne abbiamo bisogno. Siamo un gruppo amalgamato bene, ci stimiamo e lottiamo sempre uno per l’altro, stiamo crescendo di giorno in giorno e prima di affrontare il Genoa prepareremo al meglio la partita come sempre. Da adesso in poi, alziamo l’intensità e mostriamo il vero Parma. L’inizio del campionato è stato molto positivo, abbiamo affrontato squadre forti e ce la siamo giocata alla pari, non possiamo rimproverarci niente, tranne il secondo tempo con la Lazio e la partita di Ferrara. Ci sarà una bella lotta fino alla fine”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

Torna su
ParmaToday è in caricamento