menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ermin Kodra - foto fcparma.com

Ermin Kodra - foto fcparma.com

Parma | Kodra: "Nessun fuggi-fuggi, salveremo la società"

La certezza dei tifosi del Parma è che noi siamo qua a lavorare giorno e notte. Speriamo ancora di salvarci, ci interessa il lato finanziario, ma anche quello sportivo. I calciatori rimangono, nessuno andrà via"

Ermin Kodra scende dalla macchina, accompagnato dal suo autista. Vuole gustarsi la prima partita importante da quando è presidente, acnhe se di Coppa Italia, la Juventus è un avversario di cartello e, infondo, ci spera di fare bottino perché questo, in parte, allieverebbe la situazione che lui stesso riconosce come complicata. Con Taci che lavora di "rimessa", è lui che controlla tutto. Lavora 16-18 ore al giorno per cercare di risolvere una situazione che lui stesso definisce grave. "Il nostro obiettivo è quello di rimanere in A, non c'è nessun "fuggi-fuggi", come dite voi. Tutti i calciatori sono del Parma anche per le prossime partite, è difficile la nostra situazione ma cerchiamo di fare punti a partire dal Milan, perché anche loro sono in crisi come noi. La nostra strategia? Come società nuova la nostra è soprattutto finanziaria, poi in campo vanno i calciatori e il mister. I soldi? Stiamo vedendo tutte le situazioni finanziarie-economiche, per noi è importante andare in due strade: quella che ricostruisce la società, e andare forte anche sul piano sportivo. La cosa che ci interessa di più, però, è l'aspetto finanziario, ma poi vorremo migliorare sul campo, ovvio, e con i giocatori che abbiamo, non meritiamo la classifica attuale. L'anno scorso è stato raggiunto un sesto posto importante, dobbiamo fare di tutto per risalire". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento