menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto D. Fornari

Foto D. Fornari

VISTA DALLA CURVA | Miglietta 'Falcao', le balere romagnole e i cugini quadri

Viaggio nel cuore della Curva Nord con il Super tifoso Luca Cavallina

Parma – Teramo era la classica partita da vincere per arrivare al derby carichi come una molla. Parma -Teramo è finita 1-1 (per fortuna) quindi la squadra arriverà al derby incazzata come una biscia (speriamo!).

Più grigia della partita dei crociati solamente la giornata nebbiosa, umida, giornata tipica da anolén, lambrusc, sbrisolona e divano, eppure noi, innamorati folli di questa squadra anche oggi eravamo in Nord.

I crociati scendono in campo decimati da squalifiche ed infortuni, talmente decimati che siamo ahimè costretti a vedere Giorgino difensore centrale, anche la curva è decimata, più vuota e scarna del solito, i cori sono disordinati ed indirizzati più al derby che a spronare la squadra.

Il Parma prova a fare la partita, Miglietta, riemerso dalle segrete di Collecchio, cerca di dettare i tempi di gioco: possesso palla orizzontale, poco movimento, squadra schiacciata, “Andamento lento”, giusto per citare Tullio De Piscopo.

Al primo affondo vero il Teramo passa: verticalizzazione sulla sinistra , cross velleitario, Canini posizionato male, Giorgino manca la palla, Bomber Ilari cicca il pallone, Nunzella fa una piroetta ed ancora Ilari ribadisce in rete: ci sono stati più lisci in area nell’azione del gol che nella più infima balera di Gatteo Mare. “Vai col lisssiio” giusto per citare Raoul Casadei.

I nostri non accusano il colpo: Corapi prova a giocare a calcio, Mazzocchi spesso si sovrappone sulla fascia, Evacuo solo in mezzo ai difensori abruzzesi si batte come un leone senza ottenere alcun risultato, Corapi crossa i mezzo a cercare Felicione, Scavone prova l’inserimento ma un difensore teramano sventa tutto con la mano. Rigore. Felicione freddo come una giornata di nebbia padana spiazza Rossi 1-1 ed ora andiamo a vincere “ Forza parma non mollare che ci basta solo un gol” canta la Nord. Fine primo tempo anzi fine partita perché nel secondi quarantacinque minuti non accade veramente nulla a parte una gran parata di Zommers sempre su Ilari ed un epico complimento dedicato a Miglietta da un tifoso crociato di fronte all’ennesimo tocco in più del mediano pugliese: “ Dailá Falcao movot!”.

Finisce pari. La squadra non carbura, non corre ed ha paura a provare la giocata, a tutte queste lacune va aggiunto anche l’evidente problema degli infortuni che stanno decimando la rosa, anche noi tifosi dobbiamo dare di più, cantare più forte per aiutare un gruppo che lotta ma fatica troppo, dobbiamo pensare più ad incitare i nostri piuttosto che ad insultare i nostri cuginetti quadrati.

Nota a margine: Rossi, portiere del Teramo, oggi indossava guanti neri da giardiniere oltre ad una pettinatura molto vintage.

Nota due: spero che Mister D’Aversa abbia la stessa grinta ( isteria) di quando frequentava i campi della serie A, spero riesca a sbloccare questa squadra troppo brutta per essere vera.

Nota tre: ora lo dico anche io: “Vincere il derby” perché potrei non reggere al trauma di Tosi che grida gol di Nolé dai C’Andom.

di Luca Cavallina

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, aumentano i positivi: sono 130

  • Cronaca

    Ristoranti: ecco tutte le regole per la riapertura

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

  • Cronaca

    Prosciutto di Parma, 2020 anno nero: calano vendite ed export

  • social

    Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento