menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riccardo Gagliolo esulta - foto Ansa

Riccardo Gagliolo esulta - foto Ansa

Parma-Udinese 2-0 LE PAGELLE | Sepe decisivo, Gagliolo necessario

Il portiere ricaccia l'Udinese con un paio di interventi chiave, il difensore spiana la strada al successo

Dal nostro inviato
PARMA -  Ecco le pagelle di Parma-Udinese 2-0

Sepe 7 - Parata da tre punti su De Paul, la deviazione di Kulusevski non lo ha messo in fuorigioco. Con un guizzo ha impedito l’esultanza anche a Mandragora: ha messo le mani sulla vittoria.

Darmian 6,5 – Gara diligente quella del terzino destro. Supporta l’azione offensiva, stringe i denti e anche quando trasloca a sinistra, prima da quarto, poi da quinto, non lascia niente al caso.

Iacoponi 6 – Energico, concentrato, quasi sempre. Tranne quando apre la strada a Mandragora per il possibile 2-1. Un errore che poteva costare carissimo al difensore di D’Aversa, che si rimette in piedi e lotta, serrando le fila.

Bruno Alves 6,5 – Preciso, puntuale, in anticipo non sempre impeccabile, ma valido nel gioco aereo e soprattutto nell’uno contro uno con Okaka, che si muove ora contro di lui, ora contro Iacoponi.

Gagliolo 7 – Gioca con qualche linea di febbre, ma la scaccia via con una pennellata che finisce sotto l’incrocio dei pali dall’altra parte. Un sinistro incrociato, che apre la strada verso la vittoria. Puntuale in fase difensiva, costante in fase offensiva, fino a quando può.

dal 62’ Laurini 5,5 – Entra per dare man forte alla squadra, resistere agli assalti laterali di un’Udinese che allarga il gioco e si prende il campo nel tentativo di andare dentro con cross per Okaka. Subisce la velocità di Sema, meglio quando il Parma si mette a cinque, ha più campo per mettersi in mostra.

Kucka 6 – Da sostegno alla fase difensiva, preoccupandosi soprattutto di non far partire Fofana e limitandone l’azione. Ci riesce e riesce pure ad assistere con puntualità la fase offensiva.

Scozzarella 6,5 – Festeggia il rinnovo con una grande partita, utile, indispensabile per il calcio di D’Aversa quando ha il compito di sporcare le linee di passaggio e di intercettare una quantità industriale di palloni. Più utile in fase difensiva, efficace e pieno di idee.

87’ Grassi sv – Ha la palla del 3-0, la gestisce male.

Hernani 6,5 – Cresce a vista d’occhio, gioca sulla sinistra, scambiandosi con Kurtic. Assiste e offende, torna e protegge quando serve, dando man forte al centrocampo crociato. Chiude in riserva.

Kulusevski 6,5 – Il quinto gol e tanto lavoro sporco. Il ragazzo si scrolla di dosso la pressione e le ombre di un girone di ritorno cominciato male. Tanto lavoro per una squadra che ha ancora bisogno di lui.

Cornelius 7 – L’attaccante perfetto per il gioco di D’Aversa: imprendibile sulle palle alte, tecnica e fisico a servizio della squadra, lavora di sponda e dà aria alla manovra. Un lottatore vero, catalizza una quantità industriali di palloni. E’ entrato nel cuore dei tifosi.

Kurtic 6,5 – Gioca fuori ruolo ma nessuno se ne accorge perché ha tecnica e carisma da mettere a disposizione di una squadra che si ritrova un rinforzo fondamentale. Va spesso al tiro, corre e lotta, guadagnandosi l’applauso della Nord.

Dermaku 74’ 6 – Un buon quarto d’ora per il difensore centrale che aiuta il Parma a rimbalzare gli attacchi dell’Udinese nel secondo tempo. Il Parma con lui si mette a tre, soffre ma è sicuro.

D’Aversa 7 – Tre punti, sesto posto in emergenza, più sedici sulla zona rossa. Cosa chiedere di più? Vittoria meritata, sofferta soprattutto alla fine, quando la propensione offensiva dei friulani è stata più costante. Lui ha rischiato ma ha portato a casa con la solita sapienza tattica tre punti d’oro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento