rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
PARLA IL DS

Pederzoli è carico: "Vogliamo creare un’identità tecnica ed essere competitivi"

Il direttore sportivo del Parma dopo la vittoria contro il Palermo: "Come tutti i percorsi non sono lineari e in discesa, con curve, controcurve e cadute. Ma abbiamo sempre dimostrato la capacità di rialzarci"

Le dichiarazioni del direttore sportivo crociato Mauro Pederzoli, rilasciate durante l’intervento nella trasmissione televisiva “Speciale Serie B” su Sportitalia.

TRE PUNTI IMPORTANTI CON IL PALERMO
Sosta complicata, anche perché abbiamo dato 8 calciatori alle nazionali e sono rimasti fuori per due settimane, sono rientrati fra mercoledì e giovedì. Quindi non è stato facile preparare questa partita, anche perché venivamo dalla sconfitta di Como. Però è andata bene, in uno scenario bellissimo e in una giornata bellissima: siamo riusciti a conquistare tre punti importanti. Il Palermo è una squadra in salute, migliorato tantissimo, mi ha fatto un’impressione ottima. C’è grande omogeneità in campionato, le squadre, a livello di spessore, sono molto simili. Quest’anno con l’arrivo di Pecchia abbiamo cominciato un percorso nuovo con giocatori molto bravi e giovani. E’ iniziato un percorso con l’ambizione di creare un’identità tecnica e di essere competitivi. Come tutti i percorsi non sono lineari e in discesa, con curve, controcurve e cadute. Ma abbiamo sempre dimostrato la capacità di rialzarci. E siamo lì, stiamo percorrendo questa strada e vediamo dove ci porterà. La nostra frontiera è lunedì a Cittadella. Sabato questo successo importante con il Palermo, ora speriamo di dare continuità con un’altra grande prova a Cittadella“.

BENEK SEGNA E IL PARMA VINCE
Benek ha qualità fisiche, tecniche, molto elegante e bello da vedere in campo. Può giocare come punta centrale, quest’anno Pecchia lo utilizza molto da esterno, ma è sicuramente una pedina di primo livello. E’ un giocatore particolare, unisce la capacità di giocare dentro l’area, ma ha una grande dinamica e la capacità di giocare in zone di campo molto ampie. E’ forte, nemmeno lui sa quante qualità ha, qualora lo dovesse comprendere, potrebbe fare un ulteriore passo in avanti“.

L’ATMOSFERA E LA SPINTA DEL TARDINI
Partita che valeva tanto, giocata in un ambiente splendido. Quando il calcio offre questi scenari è bello esserci. Anche i giocatori sentono questa atmosfera speciale e vanno oltre i loro limiti“.

FRANCO&ADRIAN
Vazquez? Un giocatore straordinario con il suo talento e la sua personalità. Ha grandi qualità tecniche che sono sotto gli occhi di tutti, ha sempre voglia e di essere a disposizione dei compagni. Quando la palla scotta, si assume sempre le sue responsabilità. Ed è lui che vuole sempre la palla, da vero leader tecnico. Non tutti lo conoscono per questo, questa forse è la più grande qualità di Franco. Bernabé? Può diventare un grande centrocampista, ha grandi qualità tecniche ma anche fisiche. E’ estremamente potente, reattivo, è un ragazzo serio. Può fare tanti passi avanti che lo possono rendere un giocatore di primo livello“.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pederzoli è carico: "Vogliamo creare un’identità tecnica ed essere competitivi"

ParmaToday è in caricamento