menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Bologna finisce senza gol, ma la Samp regala la salvezza ai gialloblu

Poche emozioni regalate dal derby d'Emilia, con le squadre che guadagnano un punto decisivo per la salvezza. Da sottolineare un'altra buona prova della retroguardia crociata che è parsa compatta e sicura

Parma e Bologna non si fanno male. Il pareggio sembra essere un risultato giusto, in base a quanto le squadre hanno fatto vedere sul campo. Primo tempo più bello rispetto alla ripresa, in cui il caldo è stato un grande protagonista. La matematica ancora non c'è, ma per questo manca davvero poco.

CRESPO NON CE LA FA - Crespo che non va nemmeno in panchina è la notizia dell'ultima ora. Valdanito si ferma ad una manciata di secondi dal fischio d'inizio, e al suo posto Bojinov dal primo minuto al fianco di Giovinco, chiamato a disturbare il primo portatore e a ricamare gioco come ha ben fatto nelle ultime giornate. Centrocampo compatto con Valiani, altro ex di prestigio, Morrone e Dzemaili al centro, con Modesto, tra i più decisivi nelle ultime uscite. Zaccardo rientra al suo posto, dopo aver scontato la squalifica, Gobbi dall'altro lato, con Lucarelli e Paletta compatti, davanti a Pavarini. Malesani fa il conto dei disponibili, dato che nel reparto centrale mancano per squalifica Della Rocca, Mudingay, Mutarelli. Il rombo è così composto da Perez, Radovanovic, Casarini ed Ekdal a supporto di Di Vaio e Ramirez.

GIOVINCO SUPER - Che non si tratti di un'amichevole tra le due squadre, non ci vuole moltissimo a capirlo, anche perchè Giovinco,  alla 100a da professionista, è bravo a sfruttare un retropassaggio di Ekdal e, con il suo piede meno educato si fa per dire, coglie la traversa da fuori area, con Viviano che guarda.  Dopo qualche minuto di attesa, i crociati di Colomba pressano alto e cercano di attaccare gli spazi con Giovinco che, nel giro di cinque minuti, ha due opportunità. Dopo la sberla di sinistro, nasconde la palla e la indirizza verso Viviano, che non rischia in presa bassa. Al 16' altro numero della formica, che scambia con Modesto e regala a Valiani un pallone da spingere in porta. L'esterno impatta bene ma non con precisione e la sfera termina fuori di un soffio.  Si affida ai cambi di gioco la squadra di Colomba, cercando di sfruttare la corsa degli esterni e la vivacità di Giovinco. Il Bologna sta a guardare per mezzora, cercando di rendersi pericoloso con il duo Di Vaio-Ramirez. L'urugayano prova il cucchiaio in corsa, ma Pavarini legge bene e si oppone. Non può nulla quando, al 38' Morleo lascia partire un fendente mancino che va a stamparsi sulla traversa, pareggiando il conto dei legni. Di Vaio ribatte ma il portiere crociato è già in piedi. Buon primo tempo per i ragazzi di Colomba, compatti anche dietro dove rischiano una sola volta.

VINCE IL CALDO - Il Bologna si presenta in campo con più convinzione rispetto ai 45' precedenti. I gol di Lecce e Cesena hanno scosso il derby, con nessuna delle due squadre al sicuro matematicamente. Il rombo viene abbandonato, con la scelta di Malesani che ricade sul 4-4-1-1, con Ramirez e Di Vaio tra le linee. Bojinov e compagni temporeggiano, il Bologna ha maggiore densità a centrocampo, minori sono gli spazi per Giovinco. Colomba decide che è arrivato il momento di Candreva, che viene schierato in un ruolo inedito. Le sue doti offensive possono dare fastidio alla retroguardia rossoblu attaccando gli spazi in alternanza con Giovinco. Nemmeno il pareggio del Napoli però sveglia la gara, con le squadre che sembrano non volersi far male. Colomba preserva Giovinco, stremato protagonista della prima frazione, al suo posto Galloppa.

STRATEGIA - Senza attacco e senza un punto di riferimento, il Parma fa fatica a giocare e a creare occasioni, anche se non rischia tanto. Malesani non rischia e rinfoltisce il centrocampo, con Ramirez e Gimenez sugli esterni ed il solo Di Vaio lasciato a fare la guerra con Paletta e Lucarelli. Lo aiuta Ekdal che, con una fiammata a pochi minuti dal finale, cerca di far  male al Parma, salvato da Pavarini.  Finisce tra i fischi di tifosi spazientiti e gli applausi per una classifica che piace sempre di più.

DAGLI SPOGLIATOI

Ghirardi: "Ci abbiamo provato prima noi e poi il Bologna, questo risultato non risolve i problemi di nessuno, ma aggiunge linfa a questo campionato. Sappiamo che la salvezza non è ancora conquistata, oggi abbiamo solo proseguito la serie positiva. Guardiamo con attenzione stasera. Sicuramente dopo la stagione scorsa quest'anno volevamo fare meglio ma per vari motivi non ci siamo riusciti. Per il prossimo anno andremmo a consolidare questa squadra poichè abbiamo molta fiducia in questi giocatori. Sicuramente però ripartiremo da Colomba"

Colomba: "Ci abbiamo provato prima noi e poi il Bologna, questo risultato non risolve i problemi di nessuno, ma aggiunge linfa a questo campionato. Sappiamo che la salvezza non è ancora conquistata, oggi abbiamo solo proseguito la serie positiva. Guardiamo con attenzione a stasera".

Malesani: "Il pari significa aver terminato una fase negativa, ora c'è maggiore tranquillità, ma siamo consapevoli che non abbiamo fatto nulla di importante. Se vince la Sampdoria anche le altre devono stare attente. Si tratta di un campionato anomalo. Il contratto? Quando c'è la matematica salvezza ci sediamo e discutiamo, ora mi interessa solo la salvezza dela squadra. Le voci su di me fanno piacere, ma ora penso solo al Bologna".

 


IL TABELLINO

BOLOGNA 0-0 PARMA

BOLOGNA 4-3-1-2
1Viviano, 18Moras, 13Portanova, 6Britos (dal 24' s. t. 21Cherubin), 3Morleo, 15Perez, 17Radovanovic (dal 15' s. t. 4Krhin), 32Casarini (dal 34' s. t. 20Gimenez), 12Ekdal, 10Ramirez, 9Di Vaio,
A disp: 22Lupatelli, 19Rubin, 77Siligardi, 35Paponi
All. Malesani

PARMA 4-4-2
1Pavarini, 5Zaccardo, 6Lucarelli, 29Paletta, 18Gobbi, 80Valiani, 4Morrone, 10Dzemaili, 23Modesto, 21Giovinco (dal 36' s. t. 14Galloppa), 86Bojinov (dal 24' s. t. 7Candreva)
A disp: 16Russo, 13Angelo, 24Paci, 26Pisano, V. Filipe Oliveira
All. Colomba

Arbitro: Sig. Bergonzi di Genova
Assistenti: Sigg. Passeri - Puggiotto

Ammoniti: al 36' p. t. Lucarelli (P), al 10' s. t. Ekdal (B), al 24' s. t. Moras (B)

Recupero: 1' p. t. - 4' s. t.

Angoli: 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento