Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Vazquez e il Parma nel destino: quella volta che rimase in albergo, in attesa della firma

Franco è arrivato vicino a essere un calciatore del Parma, una decina di anni fa. Era in città, aveva già fatto il giro del Tardini e visitato la sede, salvo poi rimanere per giorni in un hotel della città. Adesso è dura, ma Maresca ci prova

Enzo Maresca e Franco Vazquez ai tempi del Palermo - foto Ansa

Il Parma fa leva sull’appeal di Enzo Maresca per strappare il sì di Franco Vazquez. El mudo, attualmente in vacanza in Costa Rica, si è preso qualche settimana per decidere se continuare in Spagna - dove pure ha proposte da squadre della Liga - oppure se cambiare Paese e tornare in Italia. Non ha avviato contatti con nessuna squadra in particolare, essendo svincolato può valutare la proposta migliore in totale calma, intanto Maresca qualche telefonata l’ha fatta per capire se l’ex compagno al Palermo ha ancora voglia di ‘sporcarsi le mani’ in Serie B oppure è convinto di poter dare ancora tanto ad alti livelli.

La speranza del Parma, che attorno a lui eventualmente costruirebbe una squadra che punta dritta al primo posto, è riposta nell’arte diplomatica del suo allenatore, che intanto si gode le vacanze in Spagna prima del raduno fissato per il 9 luglio, giorno del ritrovo a Collecchio per i test medici. Intanto le parole del direttore sportivo Mauro Pederzoli non sono così rassicuranti: “C'è un rapporto di amicizia tra Franco e mister Maresca. È un calciatore di altissimo livello - ha detto durante la puntata di Calciomercato, l’originale, in onda su Sky - credo voglia continuare a giocare così". Concetti che allontanano El mudo da Parma, lui che al Parma è stato davvero vicinissimo.

PARMACITY111_20210609155452558_0b7e05ae69a6c1087494c0c8a274cf6a-2-2

E’ successo una decina di anni fa, quando Franco era solo un giovanotto argentino, pieno di belle speranze. Stava per salutare il Belgrano, società commissionata per via dei problemi finanziari. Il suo sogno era l’Europa, come tantissimi sudamericani cresciuti con il mito dell’Italia e della Serie A, nella sua valigia c’era la speranza di potersi prendere il palco scenico dei campionati top. E proprio con quella valigia ha fatto tappa a Parma. Il direttore dell’area tecnica di quel periodo, Antonello Preiti, aveva chiuso l’acquisto di Vazquez, tanto che assieme al suo procuratore, con anche l’intermediario Daniele Piraino, era arrivato in città per sbrigare le pratiche relative al tesseramento.

WhatsApp Image 2021-06-09 at 15.57.03-2

E alla successiva firma del contratto che lo avrebbe legato al Parma. Peccato che l’affare sia slittato, per via di una richiesta del Belgrano che si è rivelata più alta rispetto ai patti sottoscritti in precedenza. Vazquez è rimasto chiuso in albergo per qualche giorno prima di fare ritorno in Argentina, dopo aver visitato la sede - all’epoca dislocata al Tardini, lontana dai campi di Collecchio - dove Franco non è mai arrivato. Dove potrebbe invece arrivare per il raduno. E’ questo il volere del Parma, ma le parti sono lontane. L’affondo non c’è stato, ma questo non esclude che nei prossimi giorni ci possa essere un’accelerata. Almeno per convincere Vazquez a ripartire da Parma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vazquez e il Parma nel destino: quella volta che rimase in albergo, in attesa della firma

ParmaToday è in caricamento