menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Bologna, Marino: "Vogliamo chiudere bene l'anno"

L'allenatore gialloblu si concentra sulla delicata sfida di domani al Tardini: "Il derby è una partita particolare, questa lo è ancora di più. Faremo il possibile per vincere, ma sappiamo che non sarà facile"

Per salutare tutti nel migliore dei modi, per fare un regalo ai tifosi, per fare un regalo al Tardini che due giorni fa ha compiuto 97 anni. Marino vuole una grande partita per questi motivi, per far continuare la corsa al suo Parma e affrontare il nuovo anno, ormai alle porte, con serenità e voglia di fare ancora meglio. “Mi aspetto una gara delicata, contro una squadra che fa del carattere la sua arma migliore. Difficile da affrontare, non si arrende mai”.

Marino non teme il Bologna, lo rispetta, ma avvisa: “Hanno fatto molti punti negli ultimi minuti.  Squadra tosta con dei buonissimi giocatori, Di Vaio è il fiore all’occhiello di questa squadra che, solo contro il Milan ha sofferto. Ha giocatori tecnici, come Ramirez, ha l’attuale portiere della nazionale, un allenatore che sta facendo bene il suo lavoro. Devo fare i miei complimenti al Bologna che non sta vivendo il suo momento migliore, per via dei guai societari.

Sul campo sembra che non si avverta questa situazione”. Predica attenzione Marino, non vuole cali e soprattutto non cerca attenuanti. Le fatiche di coppa Italia non devono contare. “Abbiamo giocato martedì, abbiamo avuto parecchi giorni per recuperare le energie fisiche, con un paio di giorni di scarico. Mi aspetto una gara molto intensa”. Rispetto alla formazione iniziale che martedì ha spazzato la Fiorentina, dovrebbe ritornare Gobbi al posto di Pisano.

“Qualche cambio ci sarà - dice il mister - magari a partita in corso, ma dipende da chi è più affaticato. Quello che conta è occupare bene ogni parte del campo, impedendo loro di ripartire ed inserirsi negli spazi. Servirà grande attenzione ed equilibrio”. Gli chiedono se davvero la mentalità sia cambiata, Marino risponde e dice: “Penso che la mentalità sia stata sempre vincente. Abbiamo cercato di vincere, di giocare bene ogni partita.

Penso che siano cambiate delle altre cose. Qualche episodio ci è andato a nostro favore. Penso sia anche una questione di centimetri. Anche di cinismo se vogliamo. Nella gara contro la Fiorentina abbiamo concesso poco nei tempi regolamentari. Al 45’ Crespo stava per impedire i supplementari, ma poi ci è mancata un po’ di lucidità e abbiamo concesso qualche palla gol. Ma non ci siamo disuniti. Dobbiamo migliorare nella gestione della partita”.

Bilancio di quest’anno? Ero a casa in vacanza, (esonerato dall’Udinese ndr) poi sono stato richiamato e abbiamo concluso in crescendo. Qui abbiamo cominciato con qualche difficoltà, ma poi abbiamo fatto bene e penso che la classifica ci stia un po’ stretta”. Chiusura dedicata a Bojinov, uscito visibilmente contrariato martedì. “Si tratta di un giocatore del Parma, penso che avrà molto chance per far bene e dimostrare di essere un gran giocatore”.

I PRECEDENTI

Al Tardini si gioca il derby dell'Appennino: i rossoblù non vincono in trasferta dal 2004. Parma e Bologna, tra Serie A e Serie B, si ritrovano di fronte per la 29.a volta nella storia. Il bilancio dei precedenti 28 confronti diretti (22 disputati in Serie A, 6 in Serie B) è in perfetta parità avendo i gialloblu conquistato 9 successi (7 in A, 2 in B) come i rossoblu (8 in A, 1 in B). La divisione della posta si è registrata in 10 circostanze (7 in A, 3 in B).

IN CASA DEL PARMA

Il Parma, tra Serie A e Serie B, ospita il Bologna per la 15.a volta nella storia. Il bilancio delle 14 precedenti sfide parmensi (11 disputate in Serie A, 3 in Serie B) è favorevole ai padroni di casa che hanno conseguito 6 successi (3 in A, 2 in B) a fronte di 2 sconfitte (entrambe nella massima serie). La divisione della posta, registratasi in 6 circostanze (5 in A, 1 in B), si è verificata per l’ultima volta il 25 gennaio 2004: Parma e Bologna chiusero a reti inviolate un match valido per la 18.a giornata del campionato di Serie A 2003/04.

L’affermazione interna più recente dei ducali è datata 12 dicembre 2009: i gialloblu prevalsero sui rossoblu per 2-1 in un incontro valevole per il 16.o turno del campionato di Serie A 2009/10. Alle reti realizzate da Panucci al 57’ e da Amoruso all’86’ gli ospiti contrapposero soltanto una realizzazione di Mudingayi al 43’.

Il successo esterno più vicino nel tempo colto dal Bologna è legato al confronto diretto andato in scena al “Tardini” il 22 settembre 2004 quando i felsinei s’imposero per 2-1 in una sfida valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2004/05 andando a segno con Locatelli al 13’ e con Petruzzi al 20’. I gialloblu riuscirono solo a dimezzare le distanze al 58’ con Cannavaro.

PROBABILI FORMAZIONI

PARMA 4-3-3

 83Mirante, 5Zaccardo, 29Paletta, 6Lucarelli, 18Gobbi, 4Morrone, 10Dzemaili, 7Candreva, 13Angelo, 9Crespo, 21Giovinco

A disp: 1Pavarini, 51Dellafiore, 24Paci, 22Ze Eduardo, 26Pisano, 80Valiani, 86Bojinov

All. Marino

BOLOGNA 4-3-1-2

1Viviano, 8Garics, 13Portanova, 18Moras, 3Morleo, 24Buscé, 4Krhin, 12Ekdal, 10Ramirez, 9Di Vaio, 69Meggiorini

A disp: 22Lupatelli, 21Cherubin, 6Britos, 17Radovanovic, 7Della Rocca, 77Siligardi, 20Gimenez

All. Malesani

Arbitro: Sig. Russo di Nola

Assistenti: Sigg. Manganelli - Cariolato

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento