menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Giovinco: "Grato alla società, mi ha portato in Nazionale"

Di ritorno dagli impegni azzurri, il fantasista gialloblu ringrazia l'ambiente che lo ha accolto a braccia aperte e gli ha fatto conquistare la maglia azzurra. "Devo molto al Parma, è stato fondamentale per me"

Il cielo azzurro su Collecchio fa pandant con la maglia che Giovnco ha appena tolto, quella azzurra della Nazionale di Cesare Prandelli. Di ritorno, la Formica atomica si mostra entusiasta, sa che il momento è importante, non pensa al mercato e si concentra sulla sfida salvezza contro il Bari, anche se lui non ci sarà per squalifica.

IN NAZIONALE GRAZIE AL PARMA - Prima di parlare della gara con i pugliesi però, c'è da fargli un sacco di complimenti, non solo per quell'assist delizioso di tacco a smarcare Matri, ma nel complesso la sua seconda presenza è stata nettamente positiva. "Sono contento della mia partita, di come è andata e del fatto che faccio parte di questo grande gruppo. So che c'è ancora qualcosa da limare, devo migliorare, lavoro per questo. Sta a me poi rimanere il più a lungo possibile nel giro della Nazionale. Se sono in azzurro lo devo al Parma, tappa fondamentale nella mia carriera. Devo molto ai miei compagni, il merito è loro, mi hanno messo nelle condizioni di poter lavorare bene. Ringrazio l'ambiente, la società e Ghirardi che mi ha voluto qui. L'assist? Gesto d'istinto, ho stoppato male il pallone, volevo segnare ma quando mi sono accorto che non potevo più, ho servito Matri senza guardare. In quel ruolo è importante sapere come va l'azione".

LEADER? DEVO ESSERLO - Allora sotto con il Bari, anche se la sua assenza è di quelle che pesano. "Non mi sono allenato ancora con i compagni, sono arivato da poco. Posso solo dire che i ragazzi si stanno concentrando su una gara delicata, una partita fondamentale per noi. Ci stiamo preparando con grande intensità". Si è parlato tanto di un Parma che, nei momenti poco positivi, non sa a chi aggrapparsi. La squadra pecca di personalità, non c'è un vero leader. Secondo Giovinco lui sarebbe la pesona giusta incaricata a ricoprire questo ruolo. "So che il mio investimento è stato importante. Sono stato acquistato proprio per questo, Mi sento chiamato a dare un contributo importante. A Parma sto bene, l'ho detto molte volte, sono contento di stare qui, ma ora non è tempo per parlare di mercato. devo solo pensare a fare bene qui, dobbiamo salvarci. Spero di aiutare la squadra magari segnando qualche gol in più".

GHIRARDI SODDISFATTO - A margine dell'assemblea di Lega, il presidente del Parma si mostra soddisfatto. Per Giovinco, "ha fatto molto bene e sono contento” e per il momento della squadra,  "arriviamo da una grande vittoria con la Samp". Sulla partita di domenica contro il Bari dice che "sarà una bella partita, molto importante per entrambe. E' un bel campionato, fino all'ultimo combattuto, c'è anche il Napoli. Sarà una battaglia fino alla fine, dal primo posto all'ultimo posto. Il Bari ha fatto una grande partita con il Milan, è uno scontro difficilissimo, se dovessimo vincere saremmo ad un buon punto”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento