menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

#AiutiAMOparma: la solidarietà non si ferma

CNA consegna un assegno per il supporto degli Ospedali del territorio

Una gara di solidarietà che non si è mai fermata, quella intrapresa da CNA Parma all’inizio della grave emergenza che qualche mese fa ha portato allo stremo il sistema sanitario e molte famiglie della nostra comunità. Dalla consegna di mascherine, alla donazione di prodotti alimentari e di prima necessità, fino ad arrivare alla raccolta di un contributo consegnato dal Presidente di CNA Parma, Paolo Giuffredi alla Fondazione Munus di Parma alla presenza dello stesso Presidente, Giorgio Delsante e del Commissario straordinario delle Aziende sanitarie, Massimo Fabi.

Una raccolta a cui hanno partecipato diversi imprenditori CNA per contribuire all’iniziativa di #AiuTIAMOparma, messa in campo dalla Fondazione Munus con gli obiettivi di supportare le strutture sanitarie del territorio coinvolte in prima linea nell’emergenza COVID-19 e di rendere il loro servizio ancor più efficiente per il futuro.

“Nella difficile battaglia che abbiamo combattuto contro il Coronavirus – ha dichiarato il Presidente di CNA Parma, Paolo Giuffredi - ogni contributo, ogni piccolo gesto di generosità, ha avuto un valore enorme, e in questo periodo di grande crisi, le iniziative di cittadini e imprese hanno fatto emergere un valore umano altissimo. A causa di questa necessità, abbiamo avuto di nuovo la conferma che insieme possiamo arrivare a realizzazioni concrete e sostenere, anche nei periodi più bui, la nostra comunità e le strutture del territorio. Desideriamo esprimere un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato a questa sfida insieme a noi e a tutte le persone che hanno contribuito a questa iniziativa di solidarietà”.

Un’affermazione di gioia e soddisfazione, seguita da quella del Presidente di Munus Fondazione, Giorgio Delsante che ha dichiarato: “E’ molto bello che tante imprese artigiane abbiano deciso di essere vicino alle persone che si sono trovate in difficoltà e nel dolore a causa del coronavirus e di aiutare chi si è speso con dedizione e abnegazione nella loro cura e nella loro assistenza. Ma questa partecipazione assume un valore ancor più importante e significativo per il modo e la via con i quali si è concretizzata. Chi ha donato ha deciso di farlo attraverso la propria Associazione, esprimendo così senso di appartenenza, volontà di collaborare con altri, unità di intenti e coesione. Una scelta ed un’impostazione che danno ancora maggior valore alla donazione in quanto sono la manifestazione concreta dello spirito di solidarietà e di gratuità, nonché della volontà di contribuire a realizzare il bene comune, ma non da soli!

Atteggiamenti e disponibilità che sono e resteranno indispensabili per il raggiungimento degli obiettivi più impegnativi e dei risultati più desiderati. La Comunità parmense, attraverso MUNUS, esprime riconoscenza e gratitudine. Personalmente approfitto di questa occasione per rinnovare il ringraziamento al Presidente Giuffredi e al Consiglio direttivo della CNA per la vicinanza a MUNUS e la condivisione dei suoi valori e della sua mission recentemente espressa con una donazione direttamente finalizzata al rafforzamento del suo patrimonio”.

A conclusione della cerimonia di consegna dell’assegno, il commissario straordinario delle Aziende sanitarie Massimo Fabi, ha dichiarato: “Ringrazio CNA Parma e il suo Presidente per il sostegnoLe imprese del nostro territorio hanno dimostrato grande generosità. E stiamo utilizzando ogni donazione per rafforzare il sistema ospedaliero e la rete di cura per pazienti gravi al fine di garantire risposte adeguate a fronte delle necessità che dovessero manifestarsi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 5 morti e 52 nuovi casi

  • Cronaca

    Coronavirus. Nessuna zona "rosso scuro" per l'Emilia-Romagna

  • Sport

    Dal lockdown non sai più vincere: Parma, che ti è successo?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento