rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Confidi Parma: le sfide della nuova Presidenza

Ridurre ulteriormente i tempi di attesa e favorire l’accesso al credito di piccole e medie imprese, specialmente in questo periodo di particolare difficoltà

Ridurre ulteriormente i tempi di attesa e favorire l’accesso al credito di piccole e medie imprese, specialmente in questo periodo di particolare difficoltà: saranno queste le sfide della nuova Presidenza di Confidi Parma, società consortile per azioni, promossa da Ascom e Confesercenti, che lo scorso luglio ha rinnovato il proprio Consiglio nominando come Presidente Pietro Elio Beltrame, agente di commercio e già Presidente FNAARC Parma (Federazione Nazionale Associazioni Agenti e Rappresentanti di Commercio) aderente ad Ascom, e come Vice Presidente Paolo Corradi, Presidente Seacom s.r.l. e Presidente Federcarni Parma, aderente ad Ascom.

“Ringrazio tutti per la fiducia. È un onore poter rappresentare Confidi Parma, uno dei confidi territoriali più solidi dell’Emilia Romagna che promuove la concessione di garanzie per finanziamenti alle imprese e ai liberi professionisti - ha commentato il Presidente Pietro Elio Beltrame -. L’attuale contesto economico ci pone davanti a grandi incertezze sul credito causate dalle attese di rialzo dell’inflazione che potrebbe, a sua volta, causare un aumento dei tassi interesse – ha aggiunto – Come Confidi Parma, soprattutto in questo cambio d’epoca, sosterremo ancor di più la crescita delle imprese non solo tramite l’attività di rilascio delle garanzie, ma anche grazie alla partnership con la Regione che ci consente di assegnare i contributi in conto interessi, abbattendo così il costo dei finanziamenti. Le banche sono in una fase di attesa – ha concluso - ma le micro e piccole imprese non possono più aspettare. Confidi Parma è e sarà sempre l’anello di congiunzione che riduce i tempi di attesa ed agevola il credito, facendo da ponte tra gli istituti bancari e i bisogni delle imprese”.

Confidi Parma ha inoltre recentemente ottenuto da Medio Credito Centrale il rinnovo a operare come Confidi Autorizzato dal Fondo di Garanzia per le PMI. L’autorizzazione consente di rafforzare ed aumentare la garanzia nei confronti delle imprese, facilitando la possibilità di accesso al credito delle PMI, a costi minori e con il contestuale beneficio degli istituti di credito che possono godere di una ponderazione del 100% sui finanziamenti garantiti da Confidi Parma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confidi Parma: le sfide della nuova Presidenza

ParmaToday è in caricamento