Da novembre internet più veloce a Collecchio

La realizzazione dei collegamenti in banda ultra larga è affidata ad Open Fiber, impegnata in un complesso piano di azioni a livello nazionale

Entro il mese di novembre prenderanno l’avvio i lavori per posare sul territorio comunale di Collecchio una nuova rete in fibra ottica. A seguito della prossima definizione del programma d’intervento, sarà dettagliato l’ordine che segnerà il cablaggio progressivo del capoluogo di Collecchio e delle sue frazioni. La realizzazione dei collegamenti in banda ultra larga è affidata ad Open Fiber, impegnata in un complesso piano di azioni a livello nazionale che interesserà la quasi totalità dei Comuni italiani.

"Grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale" spiega il Sindaco Maristella Galli "il piano di sviluppo della rete, che si estenderà per circa settanta chilometri, prevede quasi l’85% di riutilizzo di infrastrutture esistenti, aeree o interrate, per il passaggio dei cavi". 

La rete sarà attuata secondo la modalità cosiddetta ‘fibra fino a casa’, coprendo cioè tutta la tratta dalla centrale alle singole abitazioni o aziende, alle quali resterà solo di concordare con l’operatore prescelto il contratto più adeguato alle proprie esigenze. Una volta stipulato, sarà l’operatore stesso a mettersi in contatto con Open Fiber per dare inizio all’ultima fase di installazione, garantendo i vantaggi del cablaggio che per i proprietari si traduce anche in un aumento del valore dell’immobile.

"Le connessioni in fibra" aggiunge il Sindaco Galli  "sono molto più affidabili rispetto a quelle in rame perché sono meno soggette ad interruzioni o a problemi tecnici e, dunque, più economiche perché vengono di fatto ridotti i costi di manutenzione". 

I vantaggi per i singoli cittadini e per le aziende sono innumerevoli: è possibile accedere ad una serie di servizi in rete, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e Pubblica Amministrazione, come fra gli studenti con le scuole e le università, aumentando la produttività e la competitività delle imprese e potenziando anche opzioni quali il telelavoro e
lo smart working

La tecnologia utilizzata assicura una velocità di connessione a 1 Gigabit al secondo, mentre un’altra piccola quota di collegamenti, perlopiù le case sparse, verrà effettuata tramite ripetitori collegati alla rete, che a loro volta irradiano un segnale ad alto potenziale, permettendo di raggiungere una certa velocità di connessione anche nelle zone di difficile
accesso.

"Gli interventi di cablaggio che verranno eseguiti sul territorio di Collecchio permetteranno di collegare con la nuova infrastruttura anche le sedi comunali, le scuole e altri edifici di proprietà pubblica. Questo del progresso tecnologico finalizzato al bene comune è un tema centrale per il futuro non solo di Collecchio e la Regione Emilia-Romagna lo sta perseguendo efficacemente" conclude la Galli "dal punto di vista delle infrastrutture telematiche, ad esempio, sono già presenti diversi punti di accesso libero al WI-FI regionale, attivi in luoghi strategici come il parco Nevicati, l’area di ‘Casa I
Prati’ di fronte alle scuole medie, in piazza Repubblica e recentemente anche in piazza Europa, particolarmente utili per la vita quotidiana dei giovani, dei turisti, dei lavoratori fuori sede e dei cittadini stranieri". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento