Dal Myanmar a Parma: in visita una delegazione dell’Università di Medicina 1 di Yangon

La delegazione rappresenta il primo contingente di docenti, studenti e tecnici, il cui arrivo a Parma è previsto da un progetto di scambi bilaterali cofinanziato dall’Unione Europea

Nei giorni scorsi il Rettore dell'Università di Parma Paolo Andrei ha incontrato una delegazione dell’Università di Medicina 1 di Yangon, ospite del nostro Ateneo, composta da tre docenti, cinque studenti e due rappresentanti dello staff amministrativo. Ad accompagnarli la senatrice Albertina Soliani dell’Associazione per l’Amicizia Italia Birmania “Giuseppe Malpeli”, il prof. Leopoldo Sarli, responsabile del progetto di scambio con il Myanmar, il dott. Alessandro Bernazzoli, responsabile della U.O. Internazionalizzazione del nostro Ateneo e la dott.ssa Clelia D’Apice che sta conducendo la sua ricerca di dottorato sulla collaborazione in sanità tra Regione Emilia-Romagna e Myanmar.

La delegazione rappresenta il primo contingente di docenti, studenti e tecnici, il cui arrivo a Parma è previsto da un progetto di scambi bilaterali cofinanziato dall’Unione Europea, nell’ambito del programma Erasmus+ KA107. I docenti hanno partecipato a lezioni e conferenze organizzate dal prof. Sarli e dalla prof.ssa Lorella Franzoni, Presidente del Corso di laurea in Medicina e Chirurgia, e hanno incontrato i colleghi del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, la direzione amministrativa del Dipartimento e la responsabile della Biblioteca “Ottaviani”, scambiandosi importanti informazioni.

Alcuni docenti del Dipartimento, che nei prossimi mesi restituiranno la visita recandosi a svolgere lezioni e seminari a Yangon, hanno avuto modo di raccogliere informazioni sui programmi della formazione medica in Myanmar e hanno concordato gli argomenti delle loro lezioni. Gli studenti birmani, ospiti del nostro Ateneo già da un mese e mezzo, e che stanno frequentando lezioni e tirocini presso il Dipartimento di Medicina e Chirurgia, hanno avuto modo di confrontarsi con i nostri studenti e di scambiare opinioni sulle modalità di conduzione dei corsi nelle rispettive Università.

Durante l’incontro, il Rettore Paolo Andrei ha ribadito la volontà dell’Università di Parma di collaborare al miglioramento dell’organizzazione universitaria e sanitaria del Myanmar, come già formalmente espresso durante la sua visita in Myanmar lo scorso giugno, e ha posto l’accento sull’importanza della partecipazione a questo progetto dei giovani studenti dei due Paesi che potranno conoscersi, stringere legami di amicizia e rendere sempre più fruttuosa questa collaborazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra un incontro e l’altro e tra una lezione e l’altra, la delegazione ha avuto modo di visitare la città, di apprezzarne le bellezze artistiche, la cultura, ma anche le tradizioni culinarie, nel segno di un rapporto di collaborazione e di amicizia che si va consolidando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: le misure dal 14 luglio

  • Choc a Collecchio: muore a 12 anni per una malattia fulminante

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

Torna su
ParmaToday è in caricamento