rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

A Parma la grande famiglia dei furetti italiani

Domenica 24 marzo al Circolo AICS di Fognano

È Parma il primo appuntamento dell’anno che riunirà tutta la famiglia dei furetti italiani. L’Associazione Italiana Furetti (Furettomania ODV) ha scelto proprio la città emiliana per aprire il suo 2024 di eventi e lo farà, nel dettaglio, domenica 24 marzo al Circolo AICS di Fognano dalle ore 10.00. È la prima volta che gli amanti di questo animale molto particolare arrivano a Parma e lo faranno con una giornata intensa e piena di appuntamenti diversi. Tutti, chiaramente, ad ingresso gratuito e aperti anche al pubblico di curiosi che vogliono vedere o scoprire meglio questo mustelide. Presente anche il servizio di bar e ristorazione in loco.

Il concorso di bellezza e le “coccole perfette”

L’inizio della manifestazione è fissato per le ore 10.00 con l’apertura delle iscrizioni per il concorso di bellezza Smart e il controllo veterinario dei partecipanti. Non si tratta, in realtà, di una competizione solo estetica ma è finalizzata a guardare i furetti assieme fornendo ai proprietari anche dei consigli sulla buona gestione dell’animale. Il concorso vero e proprio con le valutazioni di alcuni giurati inizierà poi alle ore 11.00. A mezzogiorno un appuntamento molto particolare con un corso shiatsu incentrato proprio sul furetto. Potrà sembrare un filo eccessivo ma, in realtà, le professioniste del progetto “Shiatsu con la coda” Angela Piccirillo e Anna Licheri forniscono molteplici nozioni legate alla manipolazione dell’animale. Un modo per coccolare il proprio furetto in maniera più efficace ed estremamente piacevole per entrambi. Il corso avrà due moduli: il primo, dalle 12.00 alle 13.30, è pensato per i principianti mentre il secondo, dalle 14.30 alle 15.30, avrà un livello più approfondito. Naturalmente sarà possibile frequentare entrambi in sequenza.

I giochi e quella sfida “primaverile”

Dalle ore 13.30 alle 14.30 uno dei momenti più spettacolari della giornata. I funamboli Learca Ganapini e Gianmaria Bottazzi organizzeranno una serie di giochi pensato proprio per i furetti. Sfide all’ultimo colpo di agilità ma anche di intesa tra animale e proprietario. Uno show tutto da vedere anche per chi non ha un furetto ma vuole ugualmente divertirsi. Visto il contesto climatico è stato organizzato anche un contest che premierà la play-pen (il recinto dove vengono tenuti i furetti) allestita a tema primaverile. Tutti potranno partecipare con il proprio voto.

Il punto veterinario e lo studio epidemiologico

Alle ore 15.30 spazio al focus informativo dedicato alla cura e al benessere del furetto. Un obiettivo fisso di ogni appuntamento di Furettomania, infatti, è proprio quello di diffondere informazioni utili e cultura nella cura di questo animale. L’incontro con i veterinari esperti sul territorio italiano permette di ampliare il proprio sapere e garantire una vita migliore ai nostri amici che pot-pottano. Il lato scientifico sarà alimentato anche dalla presenza dell’equipe della dottoressa Giulia Maghini che sta conducendo uno studio epidemiologico sulle parassitosi del furetto. Raccoglierà alcuni campioni di feci e pelo dai furetti presenti per una ricerca che promette di regalare nuove prospettive importanti sul tema dei parassiti.

Il mercatino di artigianato artistico

La conclusione degli eventi sarà alle ore 16.00 con la premiazione del concorso di bellezza e dei giochi. Durante tutta la giornata, invece, sarà possibile scegliere qualcuno dei magnifici gadget realizzati dall’associazione e da artisti artigiani che collaborano con l’associazione da molto tempo. Spazio, dunque, a prodotti specifici per i furetti e oggetti per tutti a tema. Possibile anche la pesca della fortuna con premi rilevanti per tutti i partecipanti. Una carrellata di interesse anche per i tanti visitatori che di solito affollano gli eventi della manifestazione. Presenti anche i corner per i colloqui conoscitivi finalizzati alle adozioni. Spunti per tutti per soddisfare ogni curiosità. Il tratto più evidente che abbiamo in comune con i furetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Parma la grande famiglia dei furetti italiani

ParmaToday è in caricamento