Fase 3-Coronavirus: al via i tamponi per i lavoratori dei comparti della logistica e della lavorazione carni

I test ai dipendenti verranno effettuati dagli operatori sanitari nelle sedi delle ditte, per quelle di maggiori dimensioni, o nelle postazioni Ausl presenti in ogni distretto sanitario della provincia

Come previsto da una nuova Ordinanza della Regione Emilia-Romagna, saranno i professionisti dell’Azienda Usl e del Dipartimento di sanità pubblica ad effettuare i test ai dipendenti delle ditte di questi due settori industriali . “L’obiettivo di questi interventi - ha spiegato la Commissaria straordinaria dell’Azienda Usl di Parma, Anna Maria Petrini - è rafforzare il più possibile il controllo e la prevenzione di nuovi contagi da Covid-19, in ambiti produttivi che possono presentare maggiori rischi di focolai, come già accaduto in alcuni casi sia in Emilia-Romagna che in altre regioni”.

Le Aziende dei due comparti verranno contattate dai professionisti del Dipartimento di sanità pubblica Ausl: nelle realtà produttive di maggiori dimensioni saranno i sanitari ad andare ed eseguire direttamente i test ai lavoratori. Per le aziende più piccole, invece, i dipendenti verranno invitati ad eseguire i test alle postazioni per i tamponi in auto con modalità drive-through allestiti dal Dipartimento Ausl in città e in ogni distretto sanitario della provincia. In caso di positività al tampone gli operatori del Dipartimento definiranno, con il medico competente e con la direzione della ditta, gli eventuali contatti stretti del caso positivo, per procedere con la messa in quarantena degli interessati.

“Sia i soggetti positivi posti in isolamento domiciliare che i contatti stretti posti in quarantena saranno presi in carico dal Dipartimento per l’attività di sorveglianza sanitaria. I contatti messi in quarantena dovranno ripetere eventuali tamponi di controllo, mentre i casi positivi dovranno eseguire i tamponi di guarigione”, ha chiarito il direttore del Dipartimento di sanità pubblica, Paolo Cozzolino. Nelle ditte dei due comparti, l’Ausl di Parma, al pari delle altre Aziende sanitarie regionali, provvederà oltre ai tamponi anche a valutare quanto realizzato per il rispetto delle misure preventive e di distanziamento previste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento