Impiegati deceduti all'Archivio di Stato di Arezzo, la solidarietà di Parma

FP CGIL, CISL FP, UIL PA e tutti i colleghi della provincia richiamano l'attenzione sulla scarsa sicurezza causata dai tagli alle risorse

Il 20 settembre scorso due dipendenti dell'Archivio di Stato di Arezzo sono deceduti in un incidente sul lavoro nel seminterrato dell'ente causato dalle esalazioni del gas proveniente dall'impianto anti incendio.

Tutti i colleghi dell'Archivio di Stato di Parma, e quelli del Complesso Monumentale della Pilotta, della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, del Polo Museale per l'Emilia-Romagna insieme alla segreterie Provinciali di FP CGIL, CISL FP, UIL PA esprimono solidarietà alle famiglie delle vittima e rivendicano condizioni di lavoro idonee a tutelare gli operatori nelle loro attività quotidiane.

In questi anni si è venuto a creare, nelle varie strutture del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, un problema di sicurezza derivante soprattutto dai mancati investimenti e dai tagli ai bilanci che hanno inciso sulle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria.
 
I recenti drammatici eventi infortunistici che hanno colpito, anche con esiti mortali, il mondo del lavoro del MiBAC, richiedono un impegno straordinario e uno sforzo comune da parte di tutti i soggetti sociali ed istituzionali per garantire la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, anche in quegli ambiti, come la Pubblica Amministrazione, dove si è portati a pensare che non verifichino infortuni gravi e mortali.
 
Questo gravissimo episodio evidenzia la non più evitabile necessità di pianificare e realizzare una politica per la cura e la sicurezza non solo del patrimonio artistico ma anche dei lavoratori che garantiscono la valorizzazione dei nostri siti culturali e dei luoghi in cui essi ogni giorno operano. Il perseguimento della massima salute e sicurezza sul lavoro è un processo di miglioramento continuo che deve vedere il concorso di tutte le parti in causa, Amministrazione, organizzazioni sindacali e lavoratori.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

  • Bannone, pauroso frontale tra auto e furgone: tre feriti gravi

Torna su
ParmaToday è in caricamento