menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Raffaele Donini alla posa della prima pietra del nuovo Centro Oncologico

L'assessore Raffaele Donini alla posa della prima pietra del nuovo Centro Oncologico

L'assessore Donini: "Probabilità elevata di zona arancione, riflettere sul sistema dei colori"

Il responsabile regionale delle Politiche per la Salute: "La campagna vaccinale prosegue al massimo rispetto ai vaccini che abbiamo: dalla prossima settimana le prime dosi ai medici di base, destinate al personale scolastico"

"Oggi in cabina di regia discuteranno dell'Rt, mi pare che ormai sia sopra l'1". Raffaele Donini, assessore alle Politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna, commenta - in occasione della posa della prima pietra del nuovo Centro Oncologico di Parma - il probabile passaggio della nostra città e della regione in zona arancione.

"Ora bisogna capire l'assegnazione del rischio: la probabilità di finire in zona arancione è abbastanza avanzata. C'è da dire però che, per ora, l'impatto per ora sui reparti ospedalieri non devastante e siamo ben lontani dalla soglia di sicurezza del 30% per le terapie intensive e del 40% per i reparti ordinari. Sappiamo però che quando si alza la curva dei contagi, dopo qualche giorno, si arriva alla saturazione dei reparti.

Secondo Raffaele Donini però sarebbe opportuno pensare se quello delle colorazioni sia uno strumento ancora efficace ed utilizzabile per i prossimi mesi. "Sarebbe bene anche riflettere - prosegue il responsabile della sanità regionale - se sia giusto continuare con il sistema delle colorazioni. Molte Regioni hanno ormai cambiato colore più e più volte. Bisogna comunicare ai cittadini l'idea che se si fanno dei sacrifici non è solo per guadagnarsi due settimane di apertura. Occorre una strategia nazionale". 

Sulla campagna vaccinale è ottimista e spera che il Governo Draghi possa incentivare l'arrivo delle dosi di vaccini necessarie per proseguire, speditamente, la campagna. "La campagna di vaccinazione continua nel modo migliore possibile rispetto alle dosi che abbiamo, facciamo 6 mila vaccini al giorno. Da qualche giorno abbiamo iniziato a vaccinare la popolazione ultra85enne e più delle metà del target ha già una data di prenotazione. La prossima settimana consegneremo le prime fiale di vaccini ai medici di base. Il personale scolastico potrà prenotarsi presso di loro. Non ci sarà subito il vaccino per tutti ma man mano che avremo le dosi andremo avanti nelle vaccinazioni. Come Asl territoriale ci occuperemo dei disabili che sono nei centri residenziali e nei centri diurni, oltre a quelli che si trovano presso il proprio domicilio". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento