Lavori in via Mazzini, il comitato: "Stop a questa ingiustificata trasformazione del cuore di Parma"

"E' l’antipasto di quello che sarà questa area dopo il restringimento, un’opera che costerà oltre 700 mila euro"

"Prosegue a tappe forzate -si legge in una nota del comitato Parma In Centro - l’azione dell’Amministrazione di blindatura e conseguente desertificazione del centro storico. Chiare sono state le affermazioni dell’Assessore Benassi : ne vuole fare un salotto, ma a spese di cittadini e residenti e fonte di grandi introiti per le casse comunali. L’avvio dei lavori in via Mazzini, con relativi disagi, è l’antipasto di quello che sarà questa area dopo il restringimento, un’opera che costerà oltre 700 mila euro, interamente pagata dai parmigiani.

Un ulteriore appesantimento della mobilità privata, non prevedendo nemmeno una pista ciclabile, con un trasporto pubblico alimentato a Diesel, in barba alle nuove linee di indirizzo nazionali ed internazionali, a tutela della salute, che invitano ad abbandonare tale sistema di alimentazione. Tutto ciò in nome di una pedonalizzazione finalizzata ad una economia del centro storico a base di pizza, birra e tramezzini, con buona pace di quel tessuto socio-economico che da secoli tutela l’identità e la tradizione della nostra città. Segnaliamo a tale proposito che il quartiere Parma Centro negli ultimi anni si sta caratterizzando per una rapida trasformazione socio-demografica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un residente su 4 è straniero, ma se guardiamo alle fasce più giovani il rapporto è 1 a 3 se non 1 a 2,5 , con un incremento vertiginoso negli ultimi 5 anni. Questo andamento fa si che, per il ben noto meccanismo della domanda e dell’offerta in campo commerciale, i famosi tavolini che dovrebbero essere la nuova opportunità economica del centro storico, secondo la nostra amministrazione, saranno al servizio non di ristoranti e bar tradizionali, ma di Kebab eì ristoranti etnici. Chiediamo, quindi, uno stop a questa ingiustificata trasformazione del cuore della città e l’avvio di una riflessione partecipata e condivisa con chi in questa zona della città vive e lavora". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento