rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Oh no! Di nuovo qui?”: le storie degli utenti del Drop-in dell’Azienda Usl

Nell’ambito di Verdi Off, il 1° ottobre alle 18 la presentazione alla sede Ausl di Strada Mercati con le letture di Cuppini, la musica del Pietro Vecchi Quartet e i due autori

Superare gli stereotipi legati alla dipendenza da sostanze, raccontando con un pizzico di ironia le storie di chi ogni giorno vive questa esperienza sulla propria pelle. Tutto questo è presente nel libro“Oh no! Di nuovo qui?”, realizzato dal giornalista e scrittore Cesare Pastarini insieme alla fotografa Alessia Leporati che il 1° ottobre verrà presentato a Parma nel contesto di Verdi Off, la rassegna di eventi collaterali al Festival Verdi.
I libro si presenta come un viaggio “senza filtri” che racconta le esperienze e le storie di vita degli utenti del “Drop-in” dell’Unità di Strada dell’Azienda Usl di Parma, ovvero le storie di persone con problemi di dipendenza da alcol o sostanze, ma non solo.

Il Drop-in, presidio sanitario diurno gestito dall’Unità di Strada Ausl, accoglie infatti un’umanità fragile e complessa, con il principale obiettivo di ridurre il danno derivante dell’uso di sostanze, sia per i consumatori che per l’intera cittadinanza. Chiunque, in maniera gratuita ed anonima, può accedere a questa struttura, che ha l’obiettivo di tutelare la salute attraverso la presenza di professionisti sanitari, capaci di orientare ai servizi di prima assistenza del territorio o l’invio ad un centro di accoglienza notturna, rispondendo così ad esigenze basilari prima di offrire a chi è più motivato informazioni e supporto per affrontare il proprio problema, sia in termini sanitari che sociali, o assicurare supporto psicologico.

Il libro, edito grazie alla collaborazione tra Unità di Strada e Cooperativa Emc2,  vuole testimoniare questa realtà, attraverso le parole di alcune ragazze e ragazzi che frequentano la struttura, riportate da Pastarini con lo stile dell’intervista “a tu per tu”, cui si abbina la parte grafica e fotografica a cura di Leporati, nella quale compaiono anche numerosi riferimenti musicali. Un racconto che si sviluppa in libertà, lontano da pregiudizi, retorica o moralismi, purtroppo oggi ancora molto diffusi e che gettano su questo tema un’ombra di arretratezza culturale e sociale.

L’appuntamento con la presentazione del volume è venerdì 1 ottobre alle ore 18, al Drop-in dell’Ausl in strada dei Mercati 7/a con l’introduzione a cura di Licia Caroselli, educatrice professionale dell’Unità di Strada dell’Ausl di Parma e la lettura di alcuni passi dell’opera da parte di Elisa Cuppini. Saranno inoltre presenti Pietro Pellegrini, Direttore del Dipartimento assistenziale integrato Salute mentale e Dipendenze Patologiche (Dai-Smdp) dell’Ausl, Gilberto Gerra, Direttore dell’Unità operativa Prevenzione innovazione e ricerca dello stesso Dipartimento, Katya Lucà, con delega del Comune di Parma all’inclusione sociale, la giornalista Lucia Brighenti, che intervisterà gli autori del libro e la partecipazione in musica del Pietro Vecchi Quartet.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oh no! Di nuovo qui?”: le storie degli utenti del Drop-in dell’Azienda Usl

ParmaToday è in caricamento