rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
SFILATA

Parma Pride 2023: il 17 giugno una giornata di festa e di diritti di tutte e tutti

Alle 17:30 da piazzale Santa Croce partirà un colorato corteo che attraverserà la città per condividere la richiesta di pari diritti per tutte e tutti

Grazie all’organizzazione del Comitato Parma Pride e con il patrocinio del Comune di Parma, sabato 17 giugno 2023, si svolgerà la seconda edizione del Parma Pride che coinvolgerà la città in una lunga giornata all’insegna dell’inclusione e del riconoscimento di pari diritti per le persone LGBT+.

Il programma si aprirà dalle 10:30 presso il parco 1° Maggio con l’apertura degli stand informativi delle associazioni per presentare impegni, attività e servizi sul territorio, accompagnati fin da subito dalle golosità dei food trucks.

Alle 11.30 la Filarmonica Toscanini offrirà un concerto ad accesso libero presso la Sala Gavazzeni del Paganini Congressi al Parco ex Eridania (prenotazione alla segreteria@parmapride.it) che spazierà da Giuseppe Verdi, a Luigi Cherubini, alle suites di Georges Bizet.

Alle 17:30 da piazzale Santa Croce partirà un colorato corteo che attraverserà la città per condividere la richiesta di pari diritti per tutte e tutti.

“Rinnoviamo l’impegno dell’Amministrazione verso un movimento che in città unisce, lungo tutto l’anno, momenti formali e di sensibilizzazione, ma anche occasioni di condivisione libera che evidenziano la necessità di scardinare elementi culturali per un cambiamento quotidiano che possa incidere sul sentirsi comunità”.  

All’arrivo del corteo al parco 1° Maggio, dopo i saluti e gli interventi istituzionali, ci sarà musica dal vivo con: DAH, Antonella Lo Coco, Sam&Stan e DJ Walkman. Madrina della serata sarà Nicoletta Paci.

Il Parma Pride è inserito anche nel calendario della rete nazionale di Onda Pride (ogni Pride ha modalità e composizioni che cambiano di città in città, Onda Pride li unisce costituendo una grande Onda che che avvolge ed attraversa l’Italia). Grazie ad Onda Pride si rende anche evidente la condivisione di un documento sottoscritto da tutte le associazioni impegnate in questo ambito e promotrici di Pride nelle diverse città, un documento che ribadisce le richieste di un pieno e paritario riconoscimento, da lungo tempo atteso, di tanti diritti in ambito familiare, sanitario, scolastico, di migrazioni. “Nutriamo l’amore” è il titolo con cui viene declinato a Parma, con un chiaro riferimento alla tradizione alimentare e gastronomica della città, ma soprattutto in riferendosi alla necessità e all’importanza di nutrire, di aver cura con amore di tutti e tutte, e sottolineare che non esiste amore contro natura.

Il Parma Pride può contare sul contributo delle ditte Laumas Elettronica, Cooperativa Proges, Bercella, Caffetteria Giulia e Tapas Pub.

Come hanno spiegato Sara Conversi di Tuttimondi e Raffaele Crispo di Ottavo colore in conferenza stampa “Sarà una lunga giornata di festa, dopo il momento simbolico del corteo, i saluti istituzionali il nostro intento è quello di creare una grande piazza per stare insieme, un’occasione per mostrare quanto Parma sappia essere una città dei diritti di tutte e tutti”.

Sono già tanti i volontari e le associazioni (ad oggi anche 25 realtà del terzo settore del territorio che nella loro mission non hanno la rivendicazione di diritti LGBT+) che supportano la manifestazione che hanno offerto la loro disponibilità. Per chi volesse aderire mail a volontari@parmapride.it, mentre chi desidera avere informazioni o effettuare una donazione può scrivere a ciao@parmapride.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma Pride 2023: il 17 giugno una giornata di festa e di diritti di tutte e tutti

ParmaToday è in caricamento