Carcere di via Burla: Valerio Pappalardo è il nuovo direttore

Negli ultimi due anni ha gestito l'istituto penitenziario Petrusa di Agrigento

Nel pomeriggio incontro tra il Sindaco Federico Pizzarotti, Presidente del Consiglio Comunale Alessandro Tassi Carboni e il nuovo Direttore del carcere Valerio Pappalardo, trasferitosi a Parma insieme alla famiglia, è originario di Catania, ha gestito negli ultimi due anni l'istituto penitenziario Petrusa di Agrigento, è stato ricevuto nell'ufficio di rappresentanza del Sindaco con il Dirigente Aggiunto Comandante di Reparto Domenico Gorla ed il Comandante del Nucleo Operativo Commissario Nicolino Di Michele.

Dalla visita è emersa, da entrambe le parti, la volontà di collaborazione. "Da sempre il comune è co-promotore di progetti socio culturali rivolti ai detenuti e saremo sempre accanto anche per trovare soluzioni alle problematicità di una realtà complessa, di un circuito detentivo numeroso che gestisce regime detentivo 41bis" si è impegnato il Sindaco Pizzarotti. "Viviamo in un paese con una legislazione straordinaria, ma con una cronica carenza di risorse. Tutti progetti educativi che si riescono a realizzare conferiscono allo sconto di pena un senso profondo, una prospettiva per la vita che aspetta oltre le sbarre. Senza l'aiuto di istituzioni esterne non sarebbe possibile concretizzarli". Ha commentato il Direttore Pappalardo invitando Sindaco e Presidente del Consiglio ad un prossimo appuntamento nella struttura di Via Burla.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento